Juventus

Calciomercato Juventus: Matuidi, Donnarumma, Dani Alves. Le ultimissime

Calciomercato Juventus: Matuidi, Donnarumma, Dani Alves. Le ultimissime
Calciomercato Juventus: Matuidi, Donnarumma, Dani Alves. Le ultimissime

Calciomercato Juventus: Matuidi, Donnarumma, Dani Alves. Le ultimissime. EPA/IAN LANGSDON

Calciomercato Juventus, le ultimissime in tempo reale – Juventus su Matuidi. I bianconeri hanno un ottimo rapporto con il suo agente, Mino Raiola, e vorrebbero portarlo a Torino per rinforzare il centrocampo. Juve che anche in passato era stata molto vicina a Matuidi e questa volta potrebbe essere la volta buona per la fumata bianca.

Dove andrà Donnarumma e chi prenderà il suo posto fra i pali del Milan. Il secondo enigma verrà molto probabilmente risolto per primo: la dirigenza rossonera ha fretta di trovare una soluzione dopo il ‘gran rifiuto’ del diciottenne portiere alla proposta di rinnovo con il club che lo ha lanciato sul palcoscenico della Serie A e ora rischia di doverlo svendere in estate per non perderlo a parametro zero fra un anno.

Sarebbe vicino un accordo con il Genoa per Perin, 25 anni a novembre, terzo portiere della Nazionale al Mondiale 2014, talento frenato da tre infortuni gravi, uno alla spalla e due alle ginocchia, l’ultimo a gennaio. Il Genoa avrebbe chiesto 15 milioni di euro e andrebbe definita solo la formula di pagamento. Il Milan ha incontrato anche l’agente del brasiliano Neto, pronto a lasciare la Juventus, che a sua volta potrebbe puntare proprio su Donnarumma per il post-Buffon: i maliziosi lo sospettano, anche alla luce del pranzo di Raiola con i dirigenti bianconeri (nel menù anche il rinnovo di Kean) prima del vertice a Casa Milan.

In pole position su Donnarumma c’è il Real Madrid, pronto ad offrirgli 6 milioni di euro a stagione, inserendo nella proposta ai rossoneri Navas, trentunenne portiere di Costarica, con passaporto spagnolo e notevole esperienza internazionale. La soluzione Paris Saint Germain invece non entusiasma il ragazzo. Anche se a caldo la linea dettata dal proprietario cinese Li Yonghong era di non valutare offerte, se ne dovessero arrivare attorno ai 20-30 milioni di euro al Milan converrebbe realizzare subito una plusvalenza comunque notevole visto che nel 2013 Donnarumma è stato pagato 300mila euro e ha un ingaggio da 120mila euro netti.

Il giocatore, che ora è concentrato sull’Europeo Under 21, avrebbe incassato quaranta volte di più accettando l’offerta di rinnovo. L’avrebbe rifiutata anche perché, a quanto filtra, in questi mesi si è sentito poco protetto dalla società, soprattutto dagli attacchi degli ultrà, e si è spazientito sentendo parlare di ultimatum e della possibilità di restare un anno in tribuna. La vicenda, ripresa dai media di mezzo mondo e anche da Renzi nella sua rassegna stampa (“Certa è la difficoltà di avere delle bandiere nel calcio contemporaneo”, ha notato il segretario Pd), ha lasciato uno strascico di critiche e offese a Raiola, Donnarumma e ai suoi parenti, inclusa la mamma che ne sente di tutti i colori quando gira per il suo paese, nel napoletano.

“Basta insultare la famiglia. Gigio è un tifoso del Milan e chi lo insulta non lo è – è intervenuto sui social il fratello Antonio, a cui il Milan aveva proposto un ingaggio da terzo portiere per convincere Gianluigi -. Per Gigio giocare con la maglia del Milan è un sogno.. ha sempre onorato e dato l’anima per questi colori.. ha pianto per ogni sconfitta.. Fino a ieri eravate tutti con Gigio, ora senza sapere nulla state insultando tutta la famiglia, scrivendo frasi che la nostra famiglia non augura nemmeno al peggior nemico”.

Più che un temporale estivo, una tempesta tropicale. Dani Alves scuote l’ambiente bianconero, aprendo scenari di mercato fino a ieri impensabili. Galeotta è stata l’intervista rilasciata alla tv brasiliana Esporte Interativo: “Paulo Dybala deve lasciare la Juventus, non so quando, per migliorare. La ‘Joya’ otterrà buoni frutti – sono le parole incriminate del brasiliano – ma dovrà sfidare se stesso per poter ottenere risultati migliori”. Un giudizio, quello dell’ex Barcellona, che rischia di incrinare il rapporto tra la Juventus e il brasiliano, che potrebbe interrompersi prima della fine naturale del contratto, fissata a giugno del prossimo anno.

Le sirene inglesi riecheggiano nella testa del brasiliano, protagonista nella fase calda della Champions League con gol e assist a raffica. “In Inghilterra c’è grande cultura difensiva” ha aggiunto, lasciando aperta la porta ad un suo approdo nel Regno Unito: “Io in Premier? Chissà, staremo a vedere”. Difficile invece pensare a colori diversi dal bianconero per Dybala, almeno a breve termine: fresco di rinnovo fino al 2022, la ‘Joya’ farà sognare a lungo i tifosi della Juventus, che nelle ultime ore hanno preso d’assalto il profilo Instagram di Alves, accusandolo di ‘alto tradimento’.

Le polemiche non tolgono il sonno agli uomini mercato della Juventus. In attesa dell’ufficialità di Schick, accordo raggiunto con la Sampdoria e con il giocatore ora agli Europei Under 21, Marotta lavora per regalare Douglas Costa ad Allegri. Dopo aver convinto il giocatore, ai margini del Bayern di Ancelotti ma valutato oltre 40 milioni di euro, i bianconeri cercano l’intesa con i bavaresi. L’assalto finale la prossima settimana.

Ancora in stallo la trattativa col Siviglia per N’Zonzi, con gli spagnoli che insistono nel chiedere i 40 milioni della clausola rescissoria, si guarda anche al dopo Buffon. L’ex Roma Szcz?sny è in pugno, ma con Donnarumma che ha annunciato l’addio al Milan qualcosa nelle strategie bianconere potrebbe cambiare.

To Top