Blitz quotidiano
powered by aruba

Higuain: “Sono alla Juve per vincere. Via da Napoli per De Laurentiis”

TORINO – Ha parlato, per la prima volta da quando è della Juventus, Gonzalo Higuain. Dopo essere stato accolto a Torino, e aver testato i campi di Vinovo, è arrivato il momento per il Pipita di raccontare tutto. L’ex attaccante del Napoli è stato presentato in conferenza stampa allo Juventus Stadium. Ecco le sue parole:

“Ho scelto la Juve perché è una grandissima squadra, ha una mentalità vincente e un progetto incredibile. Per questo sono venuto qui. Ringrazio Marotta e Paratici per avermi comprato. Speriamo di fare una grande stagione. Non ci sono parole per la Juve, tutto il mondo la conosce ed è importante dire che è abituata a vincere per questo sono venuto qui. La mentalità ed il progetto mi hanno spinto a fare questa scelta. Nella vita è necessario fare delle scelte, e io ne ho fatta una che non è stata facile. L’ho detto: mi ha spinto la mentalità della Juve a scegliere i colori bianconeri”.

“E’ stata una mia scelta quella di stare tranquillo e in silenzio e di sfruttare le vacanze con parenti e amici. Ho solo buone parole per Sarri, mi ha fatto crescere, è un grandissimo allenatore e gli chiedo scusa per non averlo chiamato”.

“La Juventus è una squadra dove tutti giocano per tutti, non c’è un singolo che vuole emergere, è una delle qualità più forti che ha”.

“A De Lauretiis voglio dire solo che il suo modo di pensare non era il mio. La mia scelta è stata fatta perchè lui mi ha spinto a farla. Ringrazio la Juve”.

“Ringrazio i compagni e i tifosi del Napoli ma De Laurentiis no. Il problema era che non avevamo più un rapporto. Il problema è che non volevo più stare con lui”.

“Con Mandzukic nessun problema, si vince con il collettivo e non con i singoli. Ho parlato con Dyabala, ho giocato con lui in nazionale (l’Argentina) siamo amici e mi ha anche inviato un video di saluti, è un grande giocatore e spero di fare grandi cose insieme a lui. Anche Bonucci è un grandissimo giocatore. Sono felice di stare qui e la mia intenzione è di fare una grande stagione”.

“Essere il giocatore più pagato della storia della Serie A per me è un’allegria immensa, non mi rendo ancora conto di ciò che è successo, adesso mi tocca dimostrare perché mi hanno pagato così tanto”.


PER SAPERNE DI PIU'