Juventus

“Juve merda. Paga gli arbitri”: Marcello Taglialatela, deputato ultras del Napoli

"Juve merda. Paga gli arbitri": Marcello Taglialatela, deputato ultras del Napoli

“Juve merda. Paga gli arbitri”: Marcello Taglialatela, deputato ultras del Napoli

ROMA – A La Zanzara su Radio 24 parla Marcello Taglialatela, tifoso napoletano doc, parlamentare di Fratelli d’Italia, membro della commissione antimafia e noto anche per una foto in cui espone una sciarpa con la scritta “Juve Merda“. “Bisogna finirla con la sottomissione delle società agli ultrà. Il Napoli di De Laurentiis lo ha fatto”, dice Taglialatela.

Scusi ma lei non è lo stesso che ha esposto quella sciarpa con la scritta Juve Merda, replicano i conduttori?: “E questo che c’entra con i violenti?”.

Non è un messaggio di pace, rispondono i conduttori: “Anche se definisco così la Juve questo non mi impedisce di esprimere le mie opinioni. E poi io sono un ultrà, assolutamente. Sono un ultras del Napoli, ovviamente per la passione non per altre cose. Ogni tanto dico Juve Merda, sì. Mi diverte, lo canto anche, capita di dirlo allo stadio. Quando la Juventus lo merita”.

Ma scusi, poi vi lamentate del coro di Salvini contro Napoli, e lei è anche un rappresentante delle istituzioni, dicono ancora i conduttori: “No, e che c’entra? Quello è un coro contro Napoli. In quel coro uno si augura che i napoletani vengano lavati col fuoco. E’ diverso”.

Ma lei, rappresentante delle istituzioni, dice che va bene gridare Juve Merda allo stadio: “Quando se lo merita è giusto, è assolutamente normale”. E quando se lo merita?: “Quando ci sono favori arbitrali, la Juve è favorita dagli arbitri. Alla Juve sono stati nel passato revocati degli scudetti. E lei pensa che quello che è accaduto nel passato non possa accadere nel presente?”.

I campionati sono falsati? “La Juve riceve favori arbitrali, gli arbitri stringono le mani e ricevono abbracci dai giocatori bianconeri. Fate voi. Non è una cosa bella. E poi gli arbitri prendono soldi dalla Fiat e dalla Juventus, sono sponsorizzati da una società che fa capo alla Fiat e dunque alla Juve”.

 

To Top