Blitz quotidiano
powered by aruba

Juventus, Allegri e l’offerta choc del Real Madrid

TORINO – Dopo gli assalti dei club inglesi (Manchester United e Chelsea in primis), la Juventus deve difendersi da un altro assalto, questa volta dal Real Madrid. I blancos infatti vogliono l’allenatore bianconero Massimiliano Allegri. Ma la Juve è subito corsa ai ripari: contratto prolungato sino al 30 giugno 2018 con opzione per le due stagioni successive, ingaggio di 4,9 milioni di euro netti all’anno, cui aggiungere i bonus legati ai risultati. Sono queste le proposte formulate dalla Juve a Massimiliano Allegri per convincerlo a rimanere alla guida dei bianconeri.

L’offerta del Real, assicurano in Spagna, e riporta Tuttosport, è in linea con la megalomania della Casa Blanca: contratto triennale da 7 milioni di euro a stagione ai quali aggiungere i premi di rendimento. Dopo avere incredibilmente esonerato Ancelotti, l’uomo della decima Coppa dei Campioni; dopo avere preso Benitez ed averlo cacciato; dopo avere promosso Zidane che presumibilmente intende scaricare a fine stagione, Perez si aggrappa ad Allegri.

Nei mesi scorsi il nome di Allegri è stato associato anche ai più importanti club della Premier. Tuttavia in Inghilterra molte tessere del mosaico sono andate già a posto: Mourinho sostituirà Van Gaal al Manchester United, mentre Antonio Conte è vicinissimo al dopo-Hiddink nel Chelsea. Resta in forse il futuro di Arsene Wenger all’Arsenal, ma quella è una pista ancora tutta da verificare e che comporta tempi lunghi. Il francese, infatti, pare intenzionato a restare a Londra anche la prossima stagione. È il motivo per cui l’allenatore juventino è consapevole che la chance più a portata di mano sia proprio quella madridista.