Juventus

Juventus, Allegri: “Scudetto? Non abbiamo fatto ancora niente”

TORINO – “I sette punti non vogliono dire nulla. Il campionato è ancora lungo, non abbiamo fatto ancora niente”. Massimiliano Allegri è soddisfatto della vittoria che permette di tenere lontane Roma e Napoli, ma tiene alta la tensione della sua squadra. Che elogia per la pazienza mostrata contro un Crotone difficile da superare.

“I ragazzi – afferma Allegri – sono stati bravi a mantenere la calma e pazientare. Venivamo da 4 gare dove avevamo sempre sbloccato il risultato nel primo tempo e sapevamo che i numeri del Crotone dicevano di una squadra molto attenta e chiusa che aveva sempre perso o pareggiato nel finale. Non dovevamo perdere la pazienza. E lo abbiamo fatto. Nel primo tempo siamo solo stati un po’ imprecisi. Molto meglio nel secondo tempo quando Dybala e Mandzukic si invertivano”.

L’allenatore della Juventus non dà niente per scontato: “Essere a più sette significa e non significa. Mancano tante vittorie e per vincere il campionato non bastano 86 punti. Sette punti importanti, a occorre fare un passo alla volta. Oggi ho schierato forze fresche. Ci sono tante gare e ci sarà la Champions. Così riesco a ruotare più la squadra e fare migliori prestazioni”.

Allegri parla di Pjaca all’esordio da titolare: “ha fatto una buona gara. Era la prima da titolare, deve crescere ma ha qualità, basta vedere come si muove e dà la palla. Ha fatto quello che gli ho chiesto sia a destra che sinistra”. Anche Davide Nicola, nonostante la sconfitta elogia i suoi:

“La Juventus è una grande squadra atipica che verticalizza molto e può colpire in ogni momento. Oggi gli abbiamo tolto profondità. È chiaro che sono gare in cui si rischia di perdere la testa. Abbiamo dimostrato dignità sportiva. Abbiamo creato tre situazioni pericolose, di più non si poteva. Possiamo migliorare nelle ripartenze”.

To Top