Juventus

Luciano Moggi-Mino Raiola, il retroscena clamoroso

Luciano Moggi-Mino Raiola, il retroscena clamoroso

Luciano Moggi-Mino Raiola, il retroscena clamoroso (Ansa)

ROMA – Mino Raiola, procuratore di Balotelli, Ibrahimovic e molti altri big, ha svelato al Financial Times un curioso retroscena su un incontro – avvenuto ormai negli anni ’90 – con l’ex dirigente della Juventus Luciano Moggi. La Gazzetta dello Sport ricostruisce la vicenda.
Mino Raiola si presentò con 15 minuti di anticipo all’appuntamento con Luciano Moggi. “Fui portato in una stanza e sembrava di essere dal dentista – comincia così il suo racconto – c’erano 25 persone, tutte intente a fumare e parlare. Alle 11:15 nessuno mi chiamò, così andai dalla segretaria e gli dissi: ‘Per favore, sto aspettando il signor Moggi, può dirmi tra quanto tempo arriverà?’. Lei mi guardò e rispose: ‘Tutta questa gente è in attesa di Moggi'”.

La reazione, stizzita, fu immediata. Raiola se ne andò. “Due ore dopo incontrai Moggi in un ristorante, con lui c’era una parte di quelle 25 persone”. Gli si avvicino e gli disse. “Siete il signor Moggi?”, “Sì”, la risposta. “Trovo molto maleducato avermi fatto aspettare”, incalzò Mino. E Moggi: “Chi sei?”, “Raiola”. “Ah, Raiola… Se sei scortese con me non venderai mai un calciatore in Italia”.

2x1000 PD
To Top