Blitz quotidiano
powered by aruba

Latina Calcio, presidente Pasquale Maietta a rischio arresto si dimette

LATINA  – Il presidente del Latina calcio, Pasquale Maietta, coinvolto in un’inchiesta della Procura della città laziale, si è dimesso dalla carica. Lo ha reso noto lo stesso presidente nella serata di venerdì 18 novembre con un comunicato diffuso dalla società.

Maietta, che è deputato di Fratelli d’Italia – la Procura ha chiesto per lui alla Camera l’autorizzazione a procedere all’arresto -, è accusato di una serie di reati tra cui l’associazione per delinquere con ex amministratori ed imprenditori locali nell’ambito di un’indagine su appalti truccati e altri illeciti condotta dai carabinieri.

Uno dei filoni dell’indagine riguarda anche la società di calcio, che disputa il campionato di serie B. Secondo gli inquirenti, per soddisfare le esigenze del club, il Comune avrebbe realizzato una serie di opere, come l’ampliamento dello stadio, utilizzando procedure irregolari e traendo indebitamente dalle casse comunali oltre un milione di euro.

“La mia decisione – spiega Maietta annunciando le dimissioni – vuol essere un ulteriore atto d’amore nei confronti di una squadra che amo dal profondo del mio cuore, onde evitare che le vicende giudiziarie che mi riguardano possano pregiudicare le sorti del Latina. Questa decisione mi permetterà di avere la serenità necessaria per potermi difendere nelle sedi opportune. Ringrazio tutti coloro che hanno fatto parte di questo meraviglioso percorso, partito dal campionato di Promozione ed arrivato fin quasi alla serie A”.


TAG: ,