Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Palermo-Lazio: scontri ultras, lancio oggetti stadio

PALERMO – Prima gli scontri in centro a Palermo tra gli ultras del capoluogo siciliano e quelli della Lazio. Poi la contestazione, questa volta con i soli ultras siciliani protagonisti,  che è continuata allo stadio, con tanto di lancio di “bomboni” e addirittura di seggiolini in campo.

Quella di ieri sera a Palermo è stata l’ennesima oscena notte di violenza collegata al calcio. C’è una squadra, il Palermo, che tra cambi compulsivi di tecnico e strampalate scelte societarie, sta inesorabilmente sprofondando in serie B. E c’è una parte di tifoseria che questo verdetto non accetta e si sente assurdamente legittimata a ricorrere alla violenza.

Dopo gli scontri in centro lo spettacolo, si fa per dire, è continuato all’interno dello stadio. Con l’arbitro Gervasoni che in più di una occasione ha dovuto interrompere per qualche minuto la gara. Ad un certo punto, con la Lazio in vantaggio per 2-0, un petardo è volato in campo ed è esploso non lontano da due calciatori che inseguivano un pallone all’altezza della linea di fondo campo. E quando l’arbitro ha sospeso la gara in campo sono arrivati persino i seggiolini, divelti dagli ultras infuriati.

Prima della gara. Un centinaio di tifosi delle due squadre si sono scontrati in via Libertà, all’altezza dell’incrocio con via Mazzini. Ci sono stati tafferugli, spintoni e lancio di fumogeni. Qualcuno avrebbe persino preso a calci un tifoso.

Sul posto sono arrivate diverse ambulanze del 118. Il bilancio è di tre tifosi del Palermo feriti. Cinque palermitani sono stati arrestati dalla polizia.

Come racconta Giorgio Ruta su La Repubblica, gli scontri sono scoppiati dopo che una trentina di tifosi laziali seduti al bar Aluia sono stati accerchiati da un gruppo di tifosi rosaneri.

Scrive Il Giornale di Sicilia: 

Secondo quanto ricostruito dagli agenti della polizia, intervenuti sul posto per riportare la calma, tre persone sarebbero rimaste ferite, in maniera non grave. Tutto è successo intorno alle 14, quando le due tifoserie si sono “incrociate” all’altezza del bar Aluia.

Dagli sfottò e dalle provocazioni si è rapidamente passati ai tafferugli, con tanto di lancio di oggetti e fumogeni. Sul posto, in sopporto alla polizia, anche i carabinieri e anche alcune ambulanze del 118, che hanno medicato i feriti. I tifosi fermati sono cinque, tutti palermitani. Sono accusati di rissa.

Immagine 1 di 8
  • Palermo-Lazio streaming diretta scontri video foto_8
Immagine 1 di 8


PER SAPERNE DI PIU'