Blitz quotidiano
powered by aruba

Mancini-Mikaela Calcagno, Ussi contro tecnico: Basta offese

L'unione stampa sportiva italiana, “ritiene inaccettabile il comportamento tenuto da Roberto Mancini nei confronti della collega di Mediaset Mikaela Calcagno” al termine del derby Milan-Inter.

ROMA – L’USSI, l’unione stampa sportiva italiana, “ritiene inaccettabile il comportamento tenuto da Roberto Mancini nei confronti della collega di Mediaset Mikaela Calcagno” al termine del derby Milan-Inter.

“Un’esibizione di grande maleducazione e arroganza che non può certo essere giustificata dal risultato della partita”, si legge nel comunicato diffuso dall’Ussi, in cui si chiede un incontro con l’Aia.

“Poiché non è il primo episodio del genere e già altri allenatori, famosi e ben retribuiti come Mancini, hanno tenuto analoghi comportamenti nei confronti di giornalisti, colpevoli solo di aver rivolto domande, l’Ussi chiede un incontro urgente al presidente dell’Associazione italiana allenatori, Renzo Ulivieri, per affrontare il problema e riportare il dialogo tra le parti su un piano di reciproco rispetto e civiltà”, conclude la nota.

Mancini infatti è andato su tutte le furie durante l’intervista della Calcagno che gli aveva chiesto se Icardi poteva essere nervoso sul dischetto per la battuta della scorsa settimana sugli errori sotto porta (“Quel gol lo segnavo anche a 50 anni”). “Questa è una stronzata, dite cagate, ma voi volete fare polemica a tutti i costi, fatela”.

Quindi la conduttrice gli ha mostrato il fotogramma che circola sui social in cui Mancini mostra il dito medio ai tifosi del Milan al momento dell’espulsione. Anche in questo caso il tecnico nerazzurro si è mostrato nervoso: “Sì, l’ho fatto a otto tifosi, che mi stavano insultando. Lì dovevano esserci gli steward. Sì, l’ho fatto, lo sto dicendo, è contenta adesso? Quando faccio le cose io le dico”. Quindi si è tolto l’auricolare rimarcando: “Dite cagate”.