Blitz quotidiano
powered by aruba

Maradona contro Blatter e Platini: ‘due ladri’ FOTO

NAPOLI – Una maglietta azzurra con l’immagine di un volto metà Blatter e metà Platini e la scritta ”due ladri”: la indossa da Dubai Diego Armando Maradona per il suo ennesimo affondo ai presidenti di Fifa e Uefa sospesi per 8 anni.

La foto è stata postata su Instagram da un amico dell’ex fuoriclasse, il giornalista argentino Daniel Ricucci che posta anche una frase di Maradona a corredo dell’immagine: ”Sono 25 anni che lo dico”.

L’argomento è trattato anche da La Gazzetta dello Sport.

Maradona contro Blatter e Platini. Foto su Instagram con maglietta “Due ladri”
Da Dubai ennesimo affondo di Diego Armando Maradona ai nemici storici Joseph Blatter e Michel Platini: “Sono due ladri. Questo è quello che gli dico in faccia da 25 anni”.

Diego Armando Maradona non la tocca più piano. Ma non con quel piede sinistro morbido, bello e impossibile da decifrare per qualsiasi avversario. I nemici, a parole, in questi anni sono sempre gli stessi: Joseph Blatter e Michel Platini, i due presidenti di Fifa e Uefa entrambi sospesi per 8 anni per corruzione.

L’ennesimo affondo del “Pibe” arriva da Dubai. Una maglietta, una scritta e una foto che più chiara non si può: “Due ladri”, sotto metà faccia di Blatter, metà di Platini. Perché tanto, i giri di parole, per Maradona non sono mai all’ordine del giorno. La foto, postata su Instagram dall’amico giornalista argentino Daniel Arcucci, è solito l’ultimo scoglio su cui Maradona prova a far incagliare la nave (ormai ex) dei vertici del calcio mondiale: “Questo è quello che gli dico in faccia da 25 anni” la chiosa di Maradona per bocca dell’amico.

Diego Armando Maradona si è espresso anche sull’ottimo momento del Napoli di Maurizio Sarri, allenatore che in un primo momento non aveva appoggiato non ritenendolo all’altezza della situazione.
L’augurio di Maradona è quello che il Napoli possa tornare a vincere lo scudetto. Anche questa volta con un fuoriclasse argentino. Non a caso Gonzalo Higuain è il capocannoniere ed il leader della squadra di Maurizio Sarri.