Blitz quotidiano
powered by aruba

Marc Marquez: “Il poster di Valentino Rossi? Non è più sulla parete…”

ROMA – Alla vigilia della gara di Misano, Marc Marquez della Honda, in vetta alla classifica mondiale della MotoGp, si concede in una lunga intervista al Corriere della Sera.

E naturalmente non si poteva non parlare di Valentino Rossi:“A Silverstone (l’ultima gara di quest’anno, ndr) con Rossi il duello è stato bellissimo e sportivo”. Dunque, quando gli si ricorda che a Barcellona dopo mesi di feroci tensioni si sono stretti la mano, Marquez risponde: “È stato molto importante perché c’era ancora troppa tensione nell’aria. Io ho sempre pensato che si deve dare tutto in pista ma poi avere una relazione professionale fuori”.

Poi parla anche del contatto con Rossi in Malesia: “Il punto non è se Rossi mi ha dato o no il calcio, ma lui che allarga, mi porta fuori, mi guarda, e poi io che cado. La storia sta tutta qua”. E sull’ultima gara dell’anno scorso a Valencia, a chi lo accusa di aver favorito Lorenzo, Marquez risponde così:

“Una gara velocissima – ricorda – e io non sono riuscito a sorpassare Jorge: punto”. Una serie di episodi che portarono all’accusa: “Biscotto”. Se lo ricorda? “Come no. Ma io quella parola l’ho proprio dimenticata”. Già, meglio lavarsi la coscienza. Infine, una nota di colore. Quando chiedono a Marquez se il celeberrimo poster di Rossi ce l’ha ancora sulla parete della camera, lui risponde: “Ce l’ho ancora da qualche parte, ma non sta più sulla parete”.