Blitz quotidiano
powered by aruba

Massimo Ferrero: “Sono come Padre Pio. La gente…”

ROMA – “Le persone sanno che io sono uno di loro, uno genuino, uno semplice che non si è montato la testa”. Queste le parole del presidente blucerchiato, Massimo Ferrero, ospite alla trasmissione ‘Estate in diretta’, in onda su Rai 1. Il patron della Sampdoria ha svelato alcuni aneddoti legati alla sua infanzia e ha parlato del rapporto con i tifosi:

“La gente mi ama, mi ferma per strada perché si vuole fare i selfie, le foto – ha dichiarato Ferrero -. Quando mi incontrano i tifosi mi chiedono quali saranno le mie prossime mosse di mercato, alcuni mi toccano e mi abbracciano, neanche fossi Padre Pio (ride, ndr). Io mi ricordo sempre da dove sono venuto, cioè da un quartiere umile di Roma (Testaccio, ndr). Da bambino, quando avevo dieci anni, andavo a vendere il caffè. Avevo un metodo per guadagnare. Compravo tre caffè al bar e mi portavo una brocca di acqua calda. Quei tre caffè diventavano trentatré, e così facevo qualche soldo (ride, ndr) La vita è una cosa meravigliosa, basta farsi rimbalzare addosso le cattive azioni. Questa è la mia filosofia di vita”.