Milan

Calciomercato Milan, Kalinic sorpassa Diego Costa: colpaccio vicino

Calciomercato Milan, Kalinic sorpassa Diego Costa: colpaccio vicino

Calciomercato Milan, Kalinic sorpassa Diego Costa: colpaccio vicino.
ANSA/MAURIZIO DEGL’INNOCENTI

Calciomercato Milan, le ultimissime in tempo reale – Siamo vicini alla fumata bianca per il ‘bomber’. Il Milan deve acquistare un attaccante di peso e nelle ultime ore Nikola Kalinic ha sorpassato Diego Costa. L’attaccante della Fiorentina sembrava indirizzato verso la Cina ma dopo che è sfumato l’arrivo di Paulo Sousa al Suning, l’attaccante della Nazionale Croata non ha più intenzione di andare in Cina e sarebbe ad un passo dal Milan.

Kalinic è favorito su Diego Costa non solo per motivi tecnici ma anche economici. L’attaccante della Fiorentina, che conosce già alla perfezione il campionato italiano di calcio, costa molto meno dell’attaccante in uscita dal Chelsea. La fumata bianca potrebbe arrivare nelle prossime ore.

È un endorsement totale e convinto quello di Barbara Berlusconi alla nuova dirigenza del Milan. A quasi due mesi dal passaggio di proprietà che ha portato il club dalle mani di suo padre a quelle del cinese Li Yonghong, l’ex ad responsabile della parte commerciale – rimasta in società come presidente di Fondazione Milan – esprime “massima fiducia” nell’operato del suo successore, Marco Fassone, e del ds Massimiliano Mirabelli, impegnati anche nella delicata trattativa con Mino Raiola per blindare Gianluigi Donnarumma.

“Il nuovo Milan ha bisogno di una bandiera, un giocatore simbolo per i tifosi. Mi auguro che questo giocatore possa essere Donnarumma e che il portiere possa restare a lungo, anche se mi rendo conto che siamo davanti ad una trattativa difficile e delicata”, ha sottolineato Barbara Berlusconi, senza giudicare le perplessità che hanno spinto invece un’icona rossonera come Paolo Maldini a rifiutare un ruolo nella nuova società (“Avrà avuto i suoi motivi”), a suo modo di vedere in mano a dirigenti seri e ambiziosi. Che ancora ricevono qualche telefonata da Arcore.

“Mio padre è addolorato di avere venduto il Milan – ha ammesso Barbara Berlusconi -, squadra di cui resta il primo tifoso e con cui ha un legame indissolubile. Il Milan fa parte del suo cuore ma è convinto di aver preso la decisione giusta. Ancora adesso chiama spesso Fassone per confrontarsi. La nuova dirigenza si sta muovendo bene, è stata chiara con i tifosi e sta facendo un mercato ambizioso dopo aver visto tante partite in giro per l’Europa. L’obiettivo è tornare in Champions, il palcoscenico naturale per il Milan: un modo per fare felice il nostro pubblico e per aumentare i ricavi”.

Una strada da percorrere è lo stadio. “Fassone farà la scelta migliore ma secondo me è fondamentale avere lo stadio di proprietà – ha ribadito Barbara Berlusconi -, è un asset importante per permettere ai tifosi di vivere il club con passione e per competere con i top club europei”.

To Top