Milan

Calciomercato Milan, Montella: “Cinesi? Vedrò se arrivano…”

Calciomercato Milan, Montella: "Cinesi? Vedrò se arrivano..."

Calciomercato Milan, Montella: “Cinesi? Vedrò se arrivano…” (foto Ansa)

MILANO – Vincenzo Montella insegue l’Europa League, il traguardo che “può dare un senso” alla stagione del Milan. Ma con la coda dell’occhio inevitabilmente osserva il fronte societario, in attesa che con la cessione del club a Li Yonghong si chiarisca il suo futuro, al di là dell’anno di contratto che ancora gli resta.

“Quando e se arriveranno i nuovi proprietari ci metteremo seduti e capiremo cosa vuole l’uno dall’altro. Le cose si fanno in due. Altre offerte? Ora non c’è né tempo né spazio né modo, in questo momento contano la partita di Pescara e l’obiettivo Europa”, ha tagliato corto l’allenatore alla vigilia di quella destinata a diventare l’ultima trasferta dell’era Berlusconi se il 13 aprile (al massimo il 14) Li riuscirà finalmente a firmare il closing, già due volte rinviato per mancanza di fondi, ora disponibili grazie al prestito ponte del fondo Usa Elliott Management.

Montella ha ribadito di non voler sprecare energie pensando al closing, ostentando serenità e giurando di non essere curioso. Evidentemente, però, aspetta di ascoltare da Li e dall’ad in pectore Marco Fassone il progetto e le capacità finanziarie del Milan che verrà.

“Conosco questi proprietari, i possibili nuovi non li conosco – ha osservato -. Siamo ad aprile c’è tutto il tempo per pianificare la prossima stagione”. Molte grandi squadre si sono però già mosse su potenziali obiettivi rossoneri, incluso il Barcellona, che medita di esercitare la prelazione sullo spagnolo Deulofeu, rinato durante il prestito al Milan, tanto da tornare in nazionale.

“Ha una storia particolare a livello contrattuale, la sua conferma non dipende da me – ha osservato Montella -. Nella scelta dei giocatori serve una valutazione generale, fra possibilità economiche e ambizioni della società. Bisogna conoscere il tipo di mercato e di calcio che si vuole fare e non lo conosco”.

L’orizzonte resta quindi la partita di Pescara. Durante la sosta, negli allenamenti (preparati sorseggiando mate, l’infuso preferito dei sudamericani che gli “toglie un po’ di appetito”, ha rivelato) Montella ha provato con continuità Lapadula (capocannoniere di Serie B l’anno scorso con il Pescara) ma alla fine dovrebbe optare per Bacca al centro del tridente.

“Quando abbiamo pensato che la partita fosse facile abbiamo fatto pessimi risultati – ha avvertito Montella -. E’ un impegno pericoloso, le squadre di Zeman sono difficili da contrastare e noi da qui alla fine possiamo sbagliare poco per tornare in Europa. Noi non ci accontentiamo. E’ una stagione positiva per tanti aspetti, ma dobbiamo dargli un senso con il raggiungimento di un obiettivo”.

Infine l’allenatore ha voluto mandare gli auguri a Sacchi, Zaccheroni e Seedorf, “tre miei predecessori nati il primo aprile. E non è uno scherzo…”.

To Top