Blitz quotidiano
powered by aruba

Calciomercato Milan: scambio Dzeko-Bacca, folle indiscrezione

CALCIOMERCATO MILAN ULTIME NOTIZIE, TRATTATIVE, ACQUISTI E CESSIONI – Il Milan vuole Edin Dzeko dalla Roma…a gennaio. Sembra fantamercato ma la nuova proprietà rossonera ha puntato il bomber bosniaco come primo rinforzo e per arrivarci sarebbe disposta anche a cedere Bacca, sempre alla Roma. Dopo che già la scorsa estate proprio il Milan si sarebbe fatto avanti per Dzeko, ricevendo in risposta un secco “no”, adesso ci starebbe riprovando, tanto che il ds in pectore Massimo Mirabelli, ne avrebbe parlato con la dirigenza capitolina in occasione del recente match della squadra di Spalletti contro il Bologna. Il problema, non da poco, è che mentre Dzeko sta volando a suon di gol, Bacca è in fase di calo e i suoi rapporti con Montella sembrano ai minimi storici. Difficile, insomma, non solo che la trattativa possa andare in porto, ma che addirittura si possa aprire. Almeno prima di giugno.

Ma c’è anche un’altra indiscrezione che arriva direttamente dal Regno Unito stavolta,  e a metterla nero su bianco è il tabloid Daily Star. Il fuoriclasse argentino del Manchester City Sergio Aguero sarebbe in uscita dal club. E sulle sue tracce ci sarebbero il Real Madrid e il Milan. Di certo c’è che il rapporto tra Aguero e il nuovo allenatore del City Pep Guardiola il rapporto non è decollato. I due, secondo il Daily Star, sarebbero addirittura ai ferri corti. Guardiola preferirebbe un altro tipo di attaccante e Aguero, quindi, potrebbe fare le valigie. Ovvio, in un certo senso, che sulle sue tracce ci sia un club come il Real Madrid. La sorpresa, casomai, è che tra i contendenti alle prestazioni del Kun ci sia anche il Milan cinese.

Il problema, manco a dirlo, è l’ingaggio. Poco prima dell’arrivo di Guardiola Aguero ha infatti rinnovato il contratto con i Citizens ad una cifra astronomica: attorno agli 11 milioni di sterline a stagione. Una cifra inarrivabile per qualsiasi squadra italiana. La trattativa vera e propria, però, deve ancora iniziare. Chissà che i cinesi di Milano non vogliano annunciarsi con il botto.