Blitz quotidiano
powered by aruba

Milan-Carpi 0-0: caso Bacca. San Siro fischia rossoneri

MILANO – Milan-Carpi 0-0: caso Bacca. San Siro fischia rossoneri.  Dopo l’euforia del debutto vincente, Cristian Brocchi fa i conti con i limiti del Milan.

La sua prima volta in panchina a San Siro va in scena sotto gli stessi fischi che spesso hanno accompagnato il suo predecessore.

Il suo Milan viene infatti fischiato come è successo spesso a quello di Sinisa Mihajlovic, perché contro il Carpi (0-0) fa tanto fumo e niente arrosto. Aumenta sì il pos di palla, ma è quanto mai sterile.

Boateng non ne azzecca una e nella ripresa lascia il posto a un brillante Jose Mauri, Balotelli inizia tonico e poi scompare, Bacca esce furibondo con Brocchi che lo richiama in panchina a 20′ dalla fine, e a Berlusconi non possono bastare i primi 9′ in Serie A del suo pupillo, il diciottenne Locatelli.

Al netto del tocco di mano in area di Suagher su cui ha sorvolato Guida nel finale, merita applausi il Carpi, che a San Siro ha già fermato l’Inter (1-1 il 24 gennaio). Il suo settimo 0-0 è il più prezioso: la squadra di Castori va a +2 sulla zona retrocessione, approfittando dei passi falsi delle rivali.

Non lo fa quella di Brocchi, che parte con leggerezza ma è paralizzata le solite paure man mano che il tempo passa e il gol non arriva. Nel primo tempo il pos palla è addirittura all’83%, ma all’intervallo il Milan va negli spogliatoi fra i fischi dei nemmeno 29mila tifosi.

Troppi colpi a effetto, la palla arriva col contagocce a Bacca che, al di là di un tiro al 14′, fa quasi lo spettatore. Alle sue spalle non funziona una delle prime scommesse di Brocchi, Boateng trequartista.

Mai titolare finora, il ghanese, altro pupillo di Berlusconi, avrebbe bisogno di ripetizioni da Savicevic, per la seconda partita di fila in tribuna al fianco di Galliani e Barbara Berlusconi: non è mai determinante, a parte l’assist prima dell’intervallo per Balotelli, che in scivolata sulla linea di porta non trova la palla ma la testa di Belec e l’ammonizione che gli costerà per squalifica la partita col Verona (idem per Alex).

Insomma, non una prova che può far ripensare il ct Conte che, in tribuna con Oriali, avrà notato la verve di Bonaventura, la sicurezza del Romagnoli milanista (anche quello del Carpi, Simone, non sfigura) e gli affanni di Abate e Montolivo.

Castori prova anche a fare il colpaccio, lanciando Lasagna a inizio ripresa, mentre il pubblico si spazientisce per l’ennesima palla persa di Boateng e lo subissa di fischi quando esce al 17′ per Jose Mauri.

Dopo aver giocato 5′ in tutto il campionato, l’ex Parma in mezz’ora combina più dei compagni, incluso Bacca che esce scagliando la felpa a terra e lascia San Siro appena finita la partita.

Nel finale non sarebbe fuori luogo il rigore per il Milan, e lo 0-0 è sigillato dalle parate di Belec e Donnarumma. Il Carpi vede la salvezza, il Milan prosegue il suo calvario.

Milan-Carpi, al termine della partita è scoppiato il “caso Bacca”. Il calciatore colombiano è uscito furioso dal campo, non contento della sostituzione di Brocchi. Ecco il video.

Milan-Carpi, video. San Siro fischia i calciatori del Milan al termine dello zero a zero interno contro il Carpi.

Milan-Carpi, video parata miracolosa di Gigio Donnarumma su una conclusione a botta sicura di Crimi.

Milan-Carpi, video errore clamoroso di Montolivo che aveva lanciato Lasagna verso la porta del Milan.

Milan-Carpi, video fischi dei tifosi rossoneri.

Milan-Carpi, video: bella giocata di Poli.

Milan-Carpi, video Tekitanka prima della partita.

Immagine 1 di 9
  • Milan-Carpi highlights-pagelle-foto_9
Immagine 1 di 9