Milan

Milan closing, se salta addio a Europa League: senza voluntary agreement niente coppe

Milan closing, se salta addio a Europa League: senza voluntary agreement niente coppe

Milan closing, se salta addio a Europa League: senza voluntary agreement niente coppe

ROMA – Se il closing dovesse slittare ancora (per ora è fissato a giovedì 13 aprile), il Milan sarà costretto a non partecipare alla prossima Europa League.

Al 99% l’affare sarà concluso in quella data ma questa volta la data sembra essere improrogabile. Il Milan dovrà presentare all’Uefa il piano di equilibrio tra investimenti e spese, il cosiddetto voluntary agreement, documento necessario per la partecipazione alle coppe europee. Lo slittamento del closing al 4 maggio (altra data in cui si riunirà l’assemblea dei soci) creerebbe molte difficoltà al Milan.

2x1000 PD

Il bilancio rossonero del 2014 e del 2015 si è chiuso con un passivo di 180 milioni di euro mentre quello del 2016 (che dovrà essere presentato a breve) si chiuderà con un negativo di 60 milioni. Marco Fassone, futuro amministratore delegato del Milan, avrà il difficile compito di presentare all’Uefa un progetto che attesti la volontà della nuova società a sanare al più presto le casse rossonere. Altrimenti il Milan potrebbe essere escluso dalle Coppe Europee.

To Top