Milan

Milan, ecco Li Yonghong: “Grande responsabilità”. Fassone: “Rinnovo Donnarumma è priorità”

Milan, ecco Li Yonghong: "Grande responsabilità". Fassone: "Rinnovo Donnarumma è priorità"

Milan, ecco Li Yonghong: “Grande responsabilità”. Fassone: “Rinnovo Donnarumma è priorità”

ROMA – È iniziata verso le 11:30 di oggi, 14 aprile, la conferenza stampa dei nuovi proprietari del Milan. Li Yonghong ha posato con la maglia numero 1: “Desidero ringraziare Silvio Berlusconi e Fininvest per la fiducia riposta in noi. Il Milan è un club mondiale con 118 anni di gloriosa storia. Negli ultimi 30 anni il Milan ha conquistato molti trofei. Ogni tifoso si aspetta che il Milan torni sul tetto del mondo quindi noi abbiamo una grande responsabilità. Il nostro team è formato da professionisti ed è molto stabile. Fassone svilupperà il lavoro del Milan del futuro: sarà il nostro Ceo. Abbiamo molta fiducia in lui e del suo team italiano. Forza Milan!”.

Dopo Li Yonghong ha preso parola l’ad. Fassone: “Ci tenevo a fare tre ringraziamenti, il primo a Mr. Li e a Mr. Han che mi hanno dato questa opportunità e che mi hanno confermato sempre la loro fiducia. Hanno resistito dal fare dei cambiamenti. Ringrazio Barbara Berlusconi e Adriano Galliani che mi hanno aiutato. In questi 8 mesi avrebbero potuto avere un atteggiamento molto diverso e che invece mi hanno dato la loro disponibilità e rivolgendomi dei pensieri anche nelle ultime parole che ho molto apprezzato. Abbiamo scelto di stare dietro le quinte e di non parlare. Mi rendo conto sia stato complicato avere delle informazioni soltanto parziali. Credo sia stata una scelta giusta e corretta sul lungo periodo. Dal punto di vista della comunicazione la relazione sarà diversa da ora in poi. Ringrazio anche i tifosi”.

Berlusconi? “Oltre a tutte le doti che ha è un grande comunicatore e ieri sera ci ha trasmesso il suo amore e il suo dolore nel lasciare il Milan. Credo abbia potuto percepire dalla nostra proprietà di non essere qui per una ragione di business, ma che cercheremo di prenderci cura con affetto della sua creatura, che ha depositato nelle mani giuste”.

Il rinnovo di Donnarumma? “È una nostra priorità. Ne abbiamo parlato anche con il presidente. Vogliamo risolvere la cosa in tempi brevi. E fare fare di Gigio una colonna del futuro. Ci sono dei contratti e delle discussioni che sicuramente avremo ed è una nostra priorità. Budget per il futuro? Sarà un budget importante. L’obiettivo è di ricostruire un Milan ambizioso. E avrò la disponibilità economica per farlo”.

Quale sarà il budget per il mercato estivo? “Abbiamo delle idee e del tempo con Massimo Mirabelli che sarà il ds del Milan e con David Han ci siamo confrontati. Scalpitavamo per avere la possibilità di operare. Abbiamo incontrato club e agenti di giocatori. Il passaggio chiave sarà quello di metterci a tavolino con l’allenatore e discutere delle nostre idee insieme in modo da poter operare sul mercato. Sarà un budget importante sul mercato, l’obiettivo dei prossimi anni è quello di costruire un Milan molto competitivo e ambizioso. E quindi certamente avrò la disponibilità economica per cercare di realizzare una squadra per raggiungere in tempi brevi questi traguardi”.

Montella: “Rispondo volentieri a questa domanda, ha tutta la nostra stima e il nostro apprezzamento. A giugno dello scorso anno ebbe il nostro gradimento. Totale e pieno appoggio e supporto a Montella”.

Se è vero che qualcuno della famiglia Berlusconi potrebbe rimanere al Milan: “Sì, è così. Devo ringraziare Barbara di aver accettato di rimanere presidente di Fondazione Milan”.

Sull’incontro con l’UEFA per il fair play finanziario: “La UEFA a cui va il nostro ringraziamento ha accettato di posporre i termini, che erano il 31 di marzo, per il voluntary agreement. La prossima settimana consegneremo a il piano triennale. Siamo molto fiduciosi, verrà discusso con la UEFA a maggio”.

I contratti di De Sciglio e Suso? “Da domani inizia la parte operativa e alcuni agenti saranno contattati. Avrò un calendario serrato. È importante che accanto a noi ci siano delle “bandiere rossonere”, farò un chiacchierata con Franco Baresi e Filippo Galli. Vogliamo arrivare all’inizio della prossima stagione con l’organizzazione messa a punto”.

Infine un pensiero sul derby di domani? “Era stata la mia ultima partita da dirigente con i nerazzurri, ricomincio con il derby. Il destino fa strani scherzi”.

To Top