Blitz quotidiano
powered by aruba

Careca, le sue magìe con la maglia del Napoli VIDEO

Se a un tifoso napoletano parli della “bomba” la prima cosa a cui penserà sarà Antonio de Oliveira Filho, meglio conosciuto al pubblico come Careca:

un giocatore dal destro così potente da far cantare ai tifosi “O Carè, Carè, Carè, tira la bomba, tira la bomba!”. Veloce, potente, capace di essere sempre al posto giusto nel momento giusto, ancora oggi Careca è ricordato come uno degli attaccanti più forti degli anni ’80 – e oltre – e nel cuore dei napoletani ci è rimasto come elemento della Ma. Gi. Ca, il trio formato con Maradona e Giordano.

Gli esordi

Nato ad Araraquara, in Brasile, il 5 ottobre 1960, ha esordito con il Guarani – squadra molto valida ma,  purtroppo, oggi in difficoltà economiche – nella stagione 1978 segnando 13 reti in 18 partite. Dal 1983 al 1987 ha giocato con il São Paolo – 106 gol in 134 partite con la vittoria del campionato nel 1986 – per poi approdare al Napoli nell’estate dell’87 esordendo contro il Pisa in una partita rimasta nella storia per la vittoria a tavolino del Napoli dopo il lancio di una monetina a Renica. Col Napoli Careca è rimasto fino al 1993 e ha siglato 96 gol in quella che è considerata un’epoca d’oro del calcio partenopeo. È con Careca che il Napoli ha raggiunto successi come la Coppa Uefa nell’89, lo scudetto e la Supercoppa entrambi nel 1990.

Il duetto con Maradona

Con Careca, naturalmente, e con una grande squadra: la scelta del giocatore brasiliano di andare a Napoli fu anche motivata dalla voglia di giocare accanto ad un calciatore della portata di Diego Armando Maradona con cui si creò una sinergia incredibile:
“In campo con 41 di febbre e pizze alle 2 di notte: con Diego vincevamo così”, ha spiegato nel corso di un’intervista.

I gol più belli

Di se stesso ha spesso detto che dal calcio avrebbe meritato di più e probabilmente ha ragione: nonostante i successi ottenuti la storia di Careca come calciatore professionista è una storia di duro lavoro, senza sconti e senza regali. Quella che vi andiamo a mostrare è una carrellata dei suoi più bei gol segnati con il Napoli, sicuramente la città che più ha saputo dargli il meritato tributo di affetto e ammirazione che, ancora oggi, continuano ad essere vivi nel cuore dei tifosi che l’hanno visto giocare al San Paolo e in quello dei più giovani che conoscono la sua leggenda.

PER SAPERNE DI PIU'