Blitz quotidiano
powered by aruba

Maurizio Sarri, Tapiro d’Oro: “Omofobo? Ho avuto amici gay”

Tapiro d'Oro per Maurizio Sarri, che ha dato del "frocio" a Roberto Mancini. Ma l'allenatore del Napoli rifiuta l'etichetta di omofobo: "Ho avuto amici gay"

NAPOLI – Tapiro d’Oro a Maurizio Sarri per il “frocio” dato a Roberto Mancini. L’allenatore del Napoli è sulla bocca di tutti dopo la denuncia di omofobia da parte del tecnico interista e la cosa non è passata inosservata a quelli di Striscia la Notizia che hanno mandato il loro inviato Valerio Staffelli per “premiare” Sarri, che ha risposto: “Mi sono già scusato, e le ribadisco: non sono assolutamente omofobo. Ho avuto amici gay“.

All’indomani della polemica con il tecnico dell’Inter, Napoli si è stretta intorno al suo allenatore: l’hashtag #iostoconsarri ha avuto un vero e proprio boom sui social network e la fantasia del popolo partenopeo ha risposto con ironia all’insulto rivolto a Mancini, come la cassa di finocchi esposta dai fruttivendoli con la scritta ”5 Mancini 2 euro”.

Sarri ha provato a vivere questa giornata in modo normale. Ma in realtà è stata una giornata particolare. L’amarezza per quanto è accaduto al San Paolo nella semifinale di Coppa Italia e per le conseguenze che il diverbio con Roberto Mancini potrebbe avere, l’allenatore del Napoli se la porta sicuramente dentro. In apparenza, però, Sarri ha trascorso una giornata tranquilla, facendo le solite cose di tutti i giorni. In mattinata ha guidato l’allenamento della squadra a Castel Volturno e, rispetto alla solita ‘ripresa’ post partita, c’è stata una sola novità: l’incursione dell’inviato di Striscia la Notizia, Valerio Staffelli il quale gli ha consegnato un Tapiro d’oro per le parole rivolte ieri sera a Mancini.

Sarri è stato al gioco e con grande disponibilità ha ribadito a Staffelli di essere dispiaciuto per l’accaduto, di aver chiesto scusa a Mancini nel dopo gara e di non aver avuto in ogni caso alcuna intenzione di pronunciare frasi discriminatorie nel confronti dei gay. Il tecnico del Napoli ha anzi ribadito anche all’ inviato di Striscia quanto aveva già detto ieri sera negli spogliatoi del San Paolo, cioè di avere avuto amici omosessuali, con ottimi rapporti.

Nel pomeriggio Sarri ha lasciato l’impianto di Castel Volturno ed è tornato a casa, un villino in affitto nella zona del lago Patria, a pochi chilometri dal Centro Tecnico, come fa abitualmente quando il Napoli, come oggi, appunto, si allena solo di mattina. L’appuntamento con i giocatori è fissato per domani pomeriggio per una nuova seduta di allenamento. Sarri molto probabilmente sarà a Castel Volturno già in mattinata per studiare, insieme con i suoi più stretti collaboratori, la Sampdoria, vale a dire l’avversario di domenica prossima, come fa abitualmente. Nel suo ufficio attenderà il verdetto del giudice sportivo nei suoi confronti.

Immagine 1 di 10
  • Sarri, Gazzetta dello Sport: "Mini stop, Mancini non è gay"Sarri nella foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Sarri nella foto LaPresse
  • Sarri nella foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • (foto Ansa)
  • (foto Ansa)
  • L 'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri (Ansa)
Immagine 1 di 10