Blitz quotidiano
powered by aruba

Napoli-Chievo, streaming – diretta tv: dove vedere Serie A

ROMA – Napoli-Chievo, streaming – diretta tv: dove vedere Serie A. Napoli-Chievo verrà trasmessa in diretta tv alle ore 20.45 da Sky Sport e Mediaset Premium ed in diretta streaming su Skygo e Premiumplay.
Napoli-Chievo, cliccare qui per la diretta testuale della partita.

Le formazioni ufficiali.
Napoli
: Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; David Lopez, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne.

Chievo: Bizzarri; Frey, Dainelli, Cesar, Cacciatore; Castro, Rigoni, Radovanovic; Birsa; M’Poku, Pellissier.

”I ragazzi dicono che lo scudetto è un sogno. Noi con il nostro budget ed il nostro monte ingaggi se pensiamo di vincere il campionato siamo fuori di testa. Ma a volte i sogni si avverano”. Alla vigilia della partita con il Chievo, la prima di una serie di cinque incontri facili sulla carta, che potrebbero rimettere il Napoli in corsa per lo scudetto, Maurizio Sarri frena e al tempo stesso accelera sull’argomento-tabù. Da un lato dice che lo scudetto è roba per ricchi, come la Juventus, dall’altro ammette che qualche possibilità (lo chiama ‘sogno’) per il suo Napoli ancora esiste. Poi torna al suo solito pragmatismo. ”Io per vincere – dice – conosco un solo modo: vincere. Cosa che dobbiamo cominciare a fare oggi con il Chievo. Se faremo bene in una serie di partite, vorrà dire che ci stiamo provando”. ”Ci attende una partita difficile contro una delle squadre italiane che ha vinto di più in trasferta e quindi bisogna pensare a questa, è inutile pensare a tutto il resto che è solo una conseguenza. La gara di  oggi è più difficile di quello che dice la classifica perchè il Chievo in trasferta ha dei buoni numeri. E’ una squadra fisica, aggressiva, solida e quindi è una partita non così semplice come può lasciar pensare la classifica”. ”In questo momento – osserva Sarri – dobbiamo pensare solo a questo, ad andare dentro, a fare la prestazione, a fare il risultato”. ”Contro la Fiorentina – analizza il tecnico partenopeo – la squadra ha disputato una gran partita. E’ stata una prestazione di qualità e carattere. Devo dire che io stesso in panchina mi sono divertito a veder giocare un calcio di quel livello da parte di entrambe le squadre. Ho avuto sensazioni posiitive ed emozioni come raramente mi capita”. ”Nel primo tempo abbiamo sofferto e lo sapevamo che avremmo corso questo rischio per la pressione che esercitavano, ma va anche detto che le occasioni più nette della Fiorentina sono nati da nostri errori. Nel secondo tempo, invece, quando abbiamo alzato il baricentro ho avuto l’impressione che potessimo anche vincere. In generale aver retto bene ed aver reagito in una sfida così combattuta è un dato positivo. La stessa Fiorentina credo abbia disputato la gara più bella della stagione, ed essere stati all’altezza è merito nostro”. Sarri snocciola poi una serie di dati tecnico-atletici sui suoi calciatori con i quali vuole dimostrare che la squadra non è né in crisi, né in debito di ossigeno. ”Nelle gare di febbraio – spiega – abbiamo creato 29 palle gol contro le 13 subìte. Poi possiamo discutere sulle percentuali realizzative che sono state inferiori, ma questo appartiene ai periodi di una stagione. Abbiamo numeri positivi in riferimento al rendimento fisico ed, al di là delle opinioni, i numeri non sono discutibili”. ”Oltretutto – conclude – abbiamo giocato contro la Juve lanciatissima e si poteva anche pareggiare quella sfida. Poi abbiamo affrontato il Milan più in forma del parziale di campionato ed quindi la Fiorentina, che a loro stesso dire, ha disputato il match più spettacolare dell’anno. Ma per quel che mi riguarda il Napoli ha fornito prestazioni a febbraio superiori ai risultati conseguiti”. Poi rimangono i sogni. ‘E i sogni – chiude Sarri – non li puoi comandare”.

Immagine 1 di 4
  • "Le pressioni saranno tutte sul Napoli perché ha investito tanto e dunque ha il dovere di vincere il campionato e andare sempre in Champions, come pure la Roma e le altre big. Per la Fiorentina essere lassù è una grande opportunità che ha saputo costruirsi con il lavoro e il coraggio. Ecco perché ci crediamo e la pressione per noi è solo positiva". Paulo Sousa introduce così alla sfida in un Franchi blindato, con 35.000 spettatori di cui oltre duemila partenopei. Reduci entrambe dall'uscita dall'Europa League, a Fiorentina e Napoli pur da prospettive diverse, è rimasto solo l'obiettivo del campionato. Per i viola si chiama terzo posto e intendono difenderlo fino all'ultimo anche se sarà dura: "finora però ci siamo riusciti e in questi giorni abbiamo la possibilità di consolidare la nostra classifica e le nostre ambizioni", dice il tecnico portoghese che dopo Sarri ("collega davvero bravo") affronterà venerdì all'Olimpico Spalletti: "Ho già parlato delle problematiche del calendario per la Fiorentina e comunque il nostro campionato non finisce con queste due gare. Certo la Roma avrà due giorni in più di riposo - sottolinea Sousa con un sorriso amaro -, magari però questo la renderà più nervosa". Poi un invito alla propria squadra: "Dopo la sconfitta col Tottenham dobbiamo reagire con l'entusiasmo e la fiducia di sempre anche perché fin qui abbiamo dimostrato di meritare questa posizione e non intendiamo più nasconderci. Sarà una settimana bellissima". Con il Napoli, contro cui i viola hanno solo una volta negli ultimi 11 confronti, s'annuncia un esame-verità: "dal punto di vista emozionale sarà una partita straordinaria - dice -. I nostri avversari hanno avuto un piccolo calo a livello di risultati ma non di prestazioni. Spero la Fiorentina ripeta la prova dell'andata e interrompa il trend negativo col Napoli, per riuscirci dovremo creare più occasioni. Higuain il pericolo numero uno? Nel suo ruolo è tra i migliori al mondo ma niente marcatura specifica. Abbiamo le caratteristiche per mettere in difficoltà i partenopei". Nonostante le fatiche di coppa il tecnico vede che "la squadra sta bene, pure Borja Valero ha recuperato al meglio". Sarri nella foto Ansa
  • Maurizio Sarri (foto Ansa)
  • Maurizio Sarri, l'allenatore del Napoli (Ansa)
  • Sarri nella foto Ansa
Immagine 1 di 4

Napoli-Chievo, il gol di Rigoni.

http://www.blitzquotidiano.it/sport/napoli-chievo-diretta-formazioni-ufficiali-dopo-le-20-2404944/

Pubblicato da Calcio News su Sabato 5 marzo 2016

Napoli-Chievo, il gol di Higuain.

Napoli-Chievo, il gol di Chiriches.