Blitz quotidiano
powered by aruba

Napoli, squalifica Higuain ridotta da 4 a 2 giornate?

NAPOLI – Napoli, la squalifica di Gonzalo Higuain potrebbe passare da 4 a 2 giornate. La presenza di Gonzalo Higuain al dibattimento per il ricorso contro la squalifica di quattro giornate è “un’ipotesi assolutamente concreta”. Lo ha detto Mattia Grassani, avvocato che difende il Napoli calcio.

Il legale, parlando a Radio Kiss Kiss Napoli, ha aggiunto: “Higuain ha volontà di spiegare i fatti in prima persona ed è un suo diritto. Ha chiesto di essere sentito personalmente per mostrare la sua ricostruzione”.

Sull’esito del ricorso, in cui il Napoli punta a dimezzare la squalifica da quattro a due giornate, Grassani ha detto: “Siamo fiduciosi per una riduzione della squalifica.

Gli atti ci sono arrivati ieri in tarda serata e da oggi abbiamo sette giorni per ricorrere per quanto riguarda Higuain, mentre il ricorso per Sarri sarà depositato domani per cercare di averlo in panchina contro il Verona. La sanzione del Pipita è molto pesante e non vogliamo trascurare nulla, la richiesta principale sarà quella di ridurla da quattro a due giornate, o in seconda istanza da quattro a tre”.

“Questo episodio riaccende delle polemiche che fanno parte del nostro costume. C’è di mezzo un giudice e dei criteri dovuti a referti”.

È l’opinione espressa dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, riguardo ai veleni seguiti alla squalifica per 4 giornate dell’attaccante del Napoli, Gonzalo Higuain.

“Se guardiamo alla storia dei campionati recenti – ha chiarito il numero 1 del Coni a margine della presentazione del primo censimento degli impianti sportivi, avvenuta al Salone d’onore – Mi sembra che fosse qualche mese che il mondo del calcio non viveva questa grande tensione; anzi, quest’anno le cose stanno andando in modo abbastanza tranquillo”.

Immagine 1 di 22
  • Napoli, rabbia social: ecco #iostoconHiguainNapoli, rabbia social: ecco #iostoconHiguain (foto Ansa)
  • Rizzoli e Bonucci
Immagine 1 di 22