Napoli

Roma-Juve e Torino-Napoli, partite decisive per la “zona Champions”

Roma-Juve e Torino-Napoli, partite decisive per la "zona Champions"
Roma-Juve e Torino-Napoli, partite decisive per la "zona Champions"

Roma-Juve e Torino-Napoli, partite decisive per la “zona Champions” (Ansa)

NAPOLI – Dopo due giorni di riposo concessi da Maurizio Sarri all’indomani del successo sul Cagliari, il Napoli ha ripreso oggi gli allenamenti a Castel Volturno.

Tutti i giocatori della rosa sono disponibili e dunque l’allenatore ha potuto cominciare a preparare nel migliore dei modi la trasferta di Torino.

Gli azzurri saranno impegnati domenica pomeriggio allo stadio Olimpico contro i granata di Mihajlovic che però dovrà assistere alla partita dalla tribuna a causa della squalifica per due giornate inflittagli dal giudice sportivo per le proteste contro arbitro e quarto uomo in occasione del derby di Torino di sabato scorso.

Un piccolo vantaggio per la squadra di Sarri che teme moltissimo questa trasferta. Domenica, infatti, sarà probabilmente una giornata decisiva nella corsa al secondo posto in classifica e dunque alla qualificazione diretta ai gironi di Champions League, senza dover passare per la scomoda e temutissima tagliola del turno preliminare di agosto.

Il Napoli spera che la Juventus, la storica avversaria degli azzurri, gli dia una mano fermando nello scontro diretto all’Olimpico la corsa della Roma. Basterebbe anche un pareggio, fermo restando che il Napoli è obbligato a ricavare tre punti dalla trasferta di Torino, perché diversamente ogni discorso si farebbe più complicato.

I partenopei hanno la necessità assoluta di scavalcare in classifica i giallorossi. Concludere il campionato a pari merito con la squadra di Spalletti li penalizzerebbe ai fini della qualificazione Champions per una differenza reti negli scontri diretti favorevole ai romani.

A Torino tornerà al centro della difesa azzurra Koulibaly che ha scontato contro il Cagliari una giornata di squalifica. A fargli posto sarà sicuramente Chiriches. I dubbi di Sarri riguardano, come al solito, soltanto i giocatori da schierare a centrocampo.

In ballottaggio le coppie Allan-Jorginho e Zielinski-Diawara, con Rog a fare da terzo incomodo. Nelle ultime giornate di campionato Rog, pur partendo sempre dalla panchina, è stato quasi sempre utilizzato dall’allenatore, a testimonianza dai progressi compiuti dal nazionale croato, dopo un periodo di ‘apprendistato’ tattico, protrattosi per tutta la prima parte della stagione.

Nessun dubbio per Sarri in attacco, dove sicuramente sarà confermato il trio delle meraviglie Callejon-Mertens-Insigne. Per il belga il rinnovo del contratto sembra essere sempre più vicino. Milik partirà ancora una volta dalla panchina. Un sacrificio necessario per non alterare gli equilibri raggiunti e non modificare un meccanismo perfetto.

To Top