Napoli

VIDEO – Napoli, Milik: primi palleggi dopo operazione

VIDEO - Napoli, Milik: primi palleggi dopo operazione

VIDEO – Napoli, Milik: primi palleggi dopo operazione

Una mattinata con il fiato sospeso, poi la buona notizia: “credo che lo vedremo correre a Castel Volturno già a gennaio“. Arriva dal medico sociale del Napoli, Alfonso De Nicola, il verdetto positivo per i tifosi del Napoli sulle condizioni di Arek Milik. Il centravanti del Napoli si già esibito nei primi palleggi dopo l’operazione. Il bomber polacco è stato operato a Roma dal professor Mariani che è intervenuto sulla rottura totale del legamento crociato anteriore del suo ginocchio sinistro. Davanti a lui un percorso di recupero stilato da Mariani e De Nicola che si è detto ottimista appena uscito dalla sala operatoria: “Sui tempi di recupero – ha detto – voglio essere ottimista: saranno più brevi di quelli che per precauzione dichiariamo, diciamo tre mesi, tre mesi e mezzo, ma speriamo anche molto meno. A gennaio dovremmo vederlo correre sui campi di Castel Volturno, poi valuteremo. Ovviamente non vogliamo forzare il recupero e lavoreremo per farlo riprendere al massimo. L’intervento è perfettamente riuscito e non ci sono altre lesioni del ginocchio”.

De Nicola ha anche elogiato il carattere di Milik: “É forte caratterialmente – ha detto – e ha affrontato la cosa con serenità e determinazione, credendo nella sua forza mentale e fisica”. E infatti Milik a poche ore dall’intervento ha postato una sua foto sorridente nel letto, con la gamba fasciata: “Eccomi dopo l’operazione, grazie a tutti per il vostro sostegno! Sono sicuro che tutto andrà bene”, ha scritto. Chiaro che il cammino per il recupero resta lungo e il Napoli continua a ritrovarsi con una sola punta centrale di ruolo, Gabbiadini, a cui sarà affidato il peso dell’attacco già nel match contro la Roma di sabato prossimo 15 ottobre. Ma il Napoli guarda al futuro senza lasciare nessuna pista. Restano infatti in piedi le due chance, prendere subito Klose o andare avanti con il parco attaccanti che c’è. La pista tedesca esiste ed è testimoniata anche dal quotidiano tedesco Bild che oggi parla già di un contatto diretto tra i dirigenti azzurri e l’ex attaccante della Lazio.

Il 38enne dovrebbe però rimettersi in forma ed entrare negli schemi di Sarri, non sarebbe insomma subito pronto. Questo è il motivo per cui il Napoli sta riflettendo anche sulla pista interna, con Mertens o Callejon che potrebbero essere usati al centro del tridente offensivo, oppure con il passaggio, in alcuni casi, al 4-4-2, affiancando appunto uno dei due esterni a Gabbiadini. In quest’ultimo caso, il Napoli monitorerà i tempi di recupero di Milik (che comunque prima di marzo difficilmente sarà in campo) prima di decidere se intervenire nel mercato di gennaio, in cui il club potrebbe prendere un’attaccante giovane ma già affermato.

San raffaele

In questo caso si segue le ipotesi Pavoletti e Defrel, anche se resta in piedi l’idea di riportare “a casa” Duvan Zapata, ora in prestito all’Udinese. Alle soluzioni tattiche per sopperire all’assenza di Milik, Maurizio Sarri ha cominciato a riflettere da oggi, con il ritorno agli allenamenti dopo due giorni di riposo. In attesa del ritorno di tutti i nazionali, però, l’attenzione è per la sfida di sabato alla Roma, con il San Paolo in cui è atteso, per la prima volta quest’anno, il pubblico delle grandi occasioni.

To Top