Blitz quotidiano
powered by aruba

Novak Djokovic: “Ingiusto che le donne guadagnino come noi”

ROMA – “Le ragazze hanno combattuto per ciò che pensavano di meritare ma penso che adesso sia il turno di noi ragazzi. Dovremmo farci sentire perché i nostri match hanno più spettatori del tennis femminile: vendiamo più biglietti e riempiamo di più gli stadi”: parola del numero uno del mondo del tennis, il serbo Novak Djokovic, fresco vincitore del titolo di Indian Wells ai danni del canadese Raonic. Parole, quelle di Djokovic, che arrivano qualche ora dopo quelle del direttore del torneo, Raymond Moore, ex doppista:

“Le tenniste sfruttano la scia dei tennisti. Non prendono mai decisione proprie, sono molto fortunate a poter godere degli stessi vantaggi economici degli uomini: se io fossi una tennista, bacerei tutti i giorni i piedi a Roger Federer e Rafa Nadal per aver lanciato e trascinato il nostro sport a questi livelli”. Anche se, deve ammettere Moore, “Eugenie Bouc e Garbine Muguruza sono due prospetti molto interessanti del Wta Tour: fisicamente e sportivamente attraenti”.

Serena Williams, appena battuta da Vika Azarenka nella finale di Indian Wells, ha definito lapidaria i commenti “molto inappropriati e offensivi”.


PER SAPERNE DI PIU'