Blitz quotidiano
powered by aruba

Messi vince il Pallone d’oro e provoca Cristiano Ronaldo

"Impossibile immaginarsi una cosa del genere - dice Messi dopo aver ritirato il premio - E’ spettacolare. Non so fino a quando continuerò a vincere, quindi meglio godersi il momento. Momento speciale, dopo due anni in cui guardavo Cristiano festeggiare".

ROMA – Leo Messi vince il Pallone d’oro (il quinto in carriera) del 2015. Torna a vincere Messi dopo i due Palloni d’oro consecutivi di Cristiano Ronaldo. “Impossibile immaginarsi una cosa del genere – dice Messi dopo aver ritirato il premio – E’ spettacolare. Non so fino a quando continuerò a vincere, quindi meglio godersi il momento. Momento speciale, dopo due anni in cui guardavo Cristiano festeggiare”.

“Spero che un giorno – dice ancora il fuoriclasse argentino – potremo essere qui tutti e tre: io, Neymar e Suarez. Luis lo meritava, ha vinto tutto e ci ha aiutato tanto”. Leo aveva votato proprio Suarez come primo, Neymar secondo, Iniesta terzo. Anche Ronaldo, del resto, aveva scelto tre compagni: nell’ordine Benzema, James e Bale. “Cristiano è sempre lì, in futuro sarà ancora il rivale – continua Messi -. Io cerco solo di essere sempre lo stesso, e dare tutto per vincere con la squadra, che poi è la cosa che davvero conta. Mentre giochi non ti rendi conto dei traguardi che tagli, credo che avrò coscienza di tutto questo solo quando mi sarò ritirato da un po'”.

Futuro? “Io – dice ancora Messi – lo ho sempre detto, la mia idea è chiudere a casa mia. E la mia casa è il Barcellona. Poi, si sa, il calcio ti fa fare mille giri, le prospettive cambiano continuamente. Pensate a un anno fa di questi tempi: ci volevano uccidere tutti, poi abbiamo finito la stagione vincendo praticamente tutto”.


PER SAPERNE DI PIU'