Blitz quotidiano
powered by aruba

Paolo Liguori, querela per frasi su arbitro Juve-Napoli

ROMA – Paolo Liguori, querela per frasi su arbitro Juve-Napoli.
“Non capisco perché gli arbitri mi dovrebbero querelare. Non ho niente contro Rizzoli, lui è il migliore anche se a memoria ricordo piccoli errori, ma magari mi sbaglio”.

Lo ha detto il direttore di Tgcom24, Paolo Liguori, sostenendo di aver espresso “solo delle opinioni” circa la designazione per il big match Juventus-Napoli.

L’Associazione arbitri e il fischietto bolognese hanno annunciato azioni legali nei suoi confronti per dichiarazioni ritenute diffamatorie fatte in tv.

“Anzi – ha proseguito Liguori all’Ansa – l’Aia mi dovrebbe ringraziare perchè ho caldeggiato la designazione di Orsato per Juve-Napoli. Sono felice che sia stato scelto lui, è un grande arbitro, così la partita sarà sport puro”.

Quanto alle dichiarazioni dell’ex direttore generale della Figc, Antonello Valentini, che ha sollecitato l’Aia e la federazione ad agire nei suoi confronti, annunciando anche un esposto all’Ordine dei giornalisti, Liguori ha replicato: “Quanto a deontologia professionale, Valentini non ha nulla da insegnarmi”.

Il presidente dell’Associazione italiana arbitri (Aia), Marcello Nicchi, ha dato mandato ai legali di “promuovere ogni più opportuna azione giudiziaria a tutela dell’immagine e della reputazione dell’intera categoria arbitrale e dei suoi singoli componenti nei confronti del giornalista Paolo Liguori”, per le “affermazioni diffamatorie” espresse nel corso del programma tv “Tiki Taka” del 9 febbraio, “ribadite ad altri organi di comunicazione”.

Lo ha reso noto la stessa Aia, informando che “anche l’arbitro internazionale Nicola Rizzoli, a titolo personale, ha posto in essere la medesima iniziativa di tutela legale“.

Immagine 1 di 4
  • Paolo Liguori a "Tiki Taka"Paolo Liguori a "Tiki Taka"
  • Paolo Liguori a "Tiki Taka"
  • Paolo Liguori a "Tiki Taka"
  • Paolo Liguori a "Tiki Taka"
Immagine 1 di 4