Blitz quotidiano
powered by aruba

Pavel Srnicek, gravissimo ex portiere: cuore fermo 20 minuti

Il 47enne portiere ceco, che ha difeso la porta di Newcastle, Sheffield Wednesday, Brescia, Cosenza e Portsmouth ha avuto un arresto cardiaco mentre stava facendo jogging a Newcastle

NEWCASTLE, GRAN BRETAGNA – Pavel Srnicek è gravissimo. Per 20 minuti il suo cuore ha smesso di battere. Il 47enne portiere ceco, che ha difeso la porta di Newcastle, Sheffield Wednesday, Brescia, Cosenza e Portsmouth ha avuto un arresto cardiaco la sera di lunedì 21 dicembre mentre stava facendo jogging a Newcastle, dove si trovava per promuovere la sua autobiografia “Pavel is a Geordie”. La fonte della notizia è il suo agente Steve Wraith, che ha scritto

“Pavel ieri sera stava correndo, quando ad un certo punto il suo cuore si è fermato. Ha smesso di battere per almeno 20 minuti. E’ stato ricoverato in ospedale e ora è tenuto in coma indotto: ancora non sappiamo se il suo cuore reggerà, ed uscirà dal coma. Non sappiamo neanche se il suo cervello ha subito danni”, ha scritto Wraith sui social.

Srníček è nato a Ostrava, nel 1968. Iniziò la sua carriera al Banik Ostrava, per poi giungere in Inghilterra nel 1991. Giocò quindi alcune stagioni da titolare nel Newcastle, per poi trasferirsi allo Sheffield Wednesday. Nel 2000 sbarcò in Italia: in Serie A giocò nel Brescia neopromosso in serie A, per poi essere soppiantato da Luca Castellazzi. Passa quindi al Cosenza, in serie B, e quindi torna in Inghlterra, al Portsmouth. Chiuse la sua carriera nel 2007, nuovamente al Newcastle, dove lascia il calcio a quasi 39 anni. Srnicek ha giocato anche 49 partite con la Nazionale Ceca, dal 1994 al 2001.