Blitz quotidiano
powered by aruba

Ranking Uefa, Italia non riesce ancora a tornare terza

ROMA – Ranking Uefa, l’Italia non riesce a tornare terza. Dopo la serata di Europa League con la sola vittoria della Lazio, il pareggio amaro del Napoli e la sconfitta della Fiorentina, si riducono e quasi si annullano infatti le speranze per l’Italia di superare l’Inghilterra al terzo posto del ranking Uefa, recuperando così un posto in Champions League.

Anche perché le squadre della Premier, dopo i passi falsi della scorsa settimana, hanno saputo rialzarsi e completare un importante en plein: il Liverpool ha battuto l’Augsburg, il Manchester United ha ribaltato l’inattesa sconfitta dell’andata contro il Midtjylland e il Tottenham ha eliminato la Fiorentina, fotografia perfetta della differenza tra Premier League e Serie A.

Daniele Palizzotto su SportFace riporta:

Al termine dei sedicesimi di finale di Europa League il gap tra Inghilterra e Italia è tornato ad allargarsi: oggi, come potete leggere nella tabella riportata sotto, la Serie A deve recuperare 3.637 punti. Un’impresa (quasi) impossibile, perché il nostro campionato ha soltanto tre squadre ancora in corsa nelle coppe europee: in Europa League c’è la Lazio, che domani spera in un sorteggio favorevole per gli ottavi di finale, mentre in Champions Juventus e Roma hanno bisogno di due imprese per ribaltare i risultati delle partite di andata contro Bayern Monaco e Real Madrid. Tutto questo mentre la Premier ha ancora sei formazioni in corsa: Liverpool, Manchester United e Tottenham in Europa League, come già detto, mentre in Champions ci sono Chelsea, Manchester City e l’Arsenal, peraltro a un passo dall’eliminazione.

Magra consolazione per la Serie A, che ora deve sperare di limitare al massimo i danni da qui a fine stagione. A settembre saranno infatti scartati i coefficienti della stagione 2011/12: 15.250 per l’Inghilterra, soltanto 11.357 per l’Italia, dunque quasi quattro punti recuperati dal nostro campionato in un colpo solo. Se le coppe europee finissero oggi, la la Serie A potrebbe cominciare la nuova stagione al terzo posto del ranking, una posizione che andrebbe comunque difesa fino al maggio 2017 per poter tornare a schierare quattro squadre in Champions League dal 2018/19. Ma le coppe non sono ancora finite e forse è troppo presto per guardare al futuro con ottimismo.