Blitz quotidiano
powered by aruba

Rio 2016, cerimonia torcia olimpica in Amazzonia: giaguaro abbattuto

SAN PAOLO – Olimpiadi Rio 2016, la torcia olimpica sfila in Amazzonia e durante lo spettacolo un giaguaro tenta di fuggire: abbattuto. E’ polemica in Brasile dopo l’incidente avvenuto nel Centro militare per l’istruzione alla guerra nella giungla di Manaus, dove si è svolta la cerimonia con i teodofori. Insieme a loro si sono esibiti due giaguari, ma al termine dello spettacolo uno di loro non è voluto più rientrare nella sua gabbia ed è stato abbattuto.

Un comunicato diffuso dagli organizzatori ha spiegato che

“Il comando militare informa che un’équipe di militari, composta da veterinari specializzati, si è occupata della fuga dell’animale. Pur colpito con tranquillanti, il giaguaro si è diretto verso un militare e come procedimento di sicurezza si è reso necessario sparare un colpo di pistola per abbatterlo”.

In quel momento, il Centro militare per l’istruzione alla guerra nella giungla era chiuso al pubblico e, secondo le ricostruzioni, il giaguaro avrebbe cercato di fuggire e di non rientrare nella sua gabbia. Ma i militari negano che l’animale abbattuto fosse uno dei due felini utilizzati per la presentazione della fiamma Olimpica. Parte della stampa brasiliana ipotizza, invece, che fosse proprio uno dei due giaguari.

Igor Simoes, uno dei due teodofori, ha raccontato al quotidiano online Uol:

“Era alle mie spalle. Quando doveva rientrare sul camion è successo qualcosa e si è liberato, ma non c’era molta gente nei paraggi”.

Molta parte dell’opinione pubblica brasiliana, però, si domanda se fosse proprio necessario abbattere l’animale.

 


PER SAPERNE DI PIU'