Blitz quotidiano
powered by aruba

Rio 2016, Elisa Di Francisca: “Mia figlia? Lo giuro, la chiamerò Z…”

RIO DE JANEIRO – Alle Olimpiadi di Rio è il giorno di Elisa Di Francisca, campionessa olimpica nella finale tutta italiana con Arianna Errigo a Londra nel 2012. Elisa torna in pedana per difendere il titolo, a 33 annni. In un’intervista a Repubblica parla un po’ di tutto, soprattutto di sport, e spiega che la scuola della Russia “non ci raggiungerà mai. Non hanno fantasia, sono costruite e prevedibili. Hanno il fisico sì, sono temibili, ma le puoi inquadrare”.

Sul doping russo aggiunge: “Sarò breve e concisa, chi si dopa è uno sfigato. E anche poveraccio. Mi fa schifo. Lo sport è un percorso, se tagli la strada è perché non sei capace di stare al mondo. Uno sfigato, appunto. Senza qualità.

Dunque parla anche della Di Francisca privata, e del suo fidanzato che è a Rio “con un pezzo della mia famiglia“. Si chiama Ivan Villa, è un produttore, l’ho conosciuto mentre partecipavo a Ballando con le Stelle, nel 2013, dove ho pure vinto. Si è appassionato di scherma, sopporta i miei ritiri, ma appena possiamo cerchiamo di vederci, facendo anche qualche pazzia”.

E nel futuro? “Ne riparleremo dopo. Non credo farò l’allenatrice. Forse la maternità. Avere una bambina sarebbe bello. Lo giuro: la chiamerò Zika“, afferma la campionessa. Zika, come la zanzara portatrice del tristemente famoso virus che ha caratterizzato questi giochi olimpici di Rio 2016.

Immagine 1 di 9
  • Rio 2016, Elisa Di Francisca: "Mia figlia? Lo giuro, la chiamerò Z..."Rio 2016, Elisa Di Francisca: "Mia figlia? Lo giuro, la chiamerò Z..."
Immagine 1 di 9

TAG: