Blitz quotidiano
powered by aruba

Rio 2016, ginnasta messicana offesa per il suo fisico VIDEO-FOTO

RIO DE JANEIRO – Alexa Moreno ha 21 anni ed è arrivata 31esima al primo atto della ginnastica artistica delle Olimpiadi di Rio. La giovane ha perso e in Brasile ha dovuto affrontare critiche vigliacche che le sono piovute contro sul web. Con cinque gare all’attivo solo a Rio, Alexa ha comunque raggiunto risultati sorprendenti (qualificandosi, tra l’altro 12esima nel volteggio femminile e 51esima nella trave).

Come scrive Repubblica

“Alexa è stata bersagliata dalle offese di alcuni, che hanno criticato pesantemente il suo aspetto fisico. E’ stata definita “grassa”, e qualcuna l’ha addirittura paragonata a Peppa Pig”.

Quanto accaduto ha provocato la reazione di altri utentei che, sempre sul web, sono solidali con la Moreno:

“Gli insulti hanno lasciato ben presto il posto alla solidarietà degli utenti di Twitter. “Bellissima”, “forte”, “straordinaria” sono gli aggettivi più gettonati per la Moreno, che ha rappresentato con orgoglio un Paese che non vanta medaglie in questa disciplina. Un motivo in più per apprezzare il piglio di quest’atleta, che nel tempo libero studia architettura. Il suo sogno è quello di laurearsi per poter progettare palestre in cui altre ragazze, come lei, possano dedicarsi alla ginnastica artistica. E realizzare il sogno di andare alle Olimpiadi. Cosa che i suoi detrattori non faranno mai. “Chi la critica – scrive un utente sul web – probabilmente non riesce nemmeno a toccarsi le punte dei piedi con le mani”.

Quanto accaduto ricorda l’eliminazione delle azzurre Claudia Mandia, Lucilla Boari e Guendalina Sartori, così titolata dal Resto del Carlino: “Il trio delle cicciottelle sfiora il miracolo olimpico” che è costato il posto al direttore del giornaleGiuseppe Tassi.

Immagine 1 di 3
  • Rio 2016, ginnasta messicana offesa per il suo fisico2
Immagine 1 di 3