Blitz quotidiano
powered by aruba

Rio 2016, giornalisti Bbc non vogliono andare per virus Zika

LONDRA – Lo staff della BBC rifiuta di viaggiare per coprire i servizi sportivi delle Olimpiadi di Rio. Il motivo? Paura di contrarre il virus Zika. Una dozzina di dipendenti, minacciano di seguire il giornalista sportivo Ric Conway che, sembra, abbia detto ai capi di tirarsi fuori.

La BBC è l’unica emittente satellitare del Regno Unito, presente alla manifestazione sportiva e il timore, ora, è che la faccenda abbia ripercussioni sulla copertura. Una fonte ha detto al Sun: “La BBC fa buon viso a cattivo gioco ma per l’emittente è un incubo”.

“Naturalmente non si può costringere nessuno a partire, cosa che peraltro assolutamente nessuno farebbe poiché è un argomento delicato, ma è un serio problema”. “Perdere un giornalista del calibro di Ric è un duro colpo, e la situazione potrebbe peggiorare se altri seguissero il suo esempio”.

Un portavoce della BBC ha detto:”Tutti gli spostamenti a Rio saranno volontari e ci saranno persone che per una serie di motivi, non saranno in grado di viaggiare”. “Abbiamo dei piani che garantiscono al nostro pubblico la miglior copertura possibile dei Giochi Olimpici di Rio”.

L’incubo Zika ha contagiato anche grandi atleti che rifiutano di competere, ammettendo le loro preoccupazioni per il virus che può essere contratto con la puntura della zanzara Aedes, e che può essere trasmesso da una donna incinta al feto.

I golfisti Jason Day, Dustin Johnson e Rory McIlroy si sono ritirati, insieme ai tennisti Milos Raonic, Dominic Thiem e Thomas Berdych. E’ stato tuttavia ipotizzato che questi sport siano stati particolarmente influenzati anche dalla relativa mancanza di prestigio e di denaro che deriva dalle gare olimpiche.  Di sicuro, ai Test Event per la qualificazione hanno partecipato 17.000 atleti internazionali, volontari, personale e finora nessuno ha contratto il virus Zika.