Sport

Rio 2016, niente ceretta: il divieto per cicliste britanniche

Rio 2016, niente ceretta: il divieto per cicliste britanniche

Rio 2016, niente ceretta: il divieto per cicliste britanniche

RIO DE JANEIRO – Rio 2016, niente ceretta: il divieto per cicliste britanniche. Come scrive Dagospia, citando The Sun, niente ceretta brasiliana a Rio. Il divieto riguarda le cicliste britanniche, che così possono vincere più medaglie d’oro. Perché? Dopo molto tempo sul sellino uomini e donne provano più dolore se non hanno peli pubici. Gli allenatori hanno scoperto che proibire alle atlete la ceretta nelle parti intime dà evidenti benefici poiché i peli proteggono e diminuiscono la frizione fra il sellino e le parti intime.

Senza peli, la pelle si danneggia ed è soggetta ad infezioni. La ceretta brasiliana, conosciuta anche come Brazilian Wax, è sempre più popolare e alla moda. Toglie tutti i peli della zona vaginale anche quelli presenti tra le grandi labbra e, se richiesto, nella zona anale. Dice Phil Burt, il fisioterapista della squadra di ciclismo britannica: «Abbiamo persuaso le atlete ad evitare la depilazione in certi punti per diminuire il dolore cui andavano incontro. A un certo punto abbiamo addirittura pensato di comprare alle ragazze un regolabarba». Il metodo sembra funzionare dato che le cicliste si stanno piazzando bene.

To Top