Blitz quotidiano
powered by aruba

Rio 2016, positiva al doping Viktoria Orsi Toth, azzurra del beach volley

RIO DE JANEIRO – E’ Viktoria Orsi Toth la pallavolista italiana risultata positiva agli steroidi anabolizzanti durante un controllo antidoping a Rio de Janeiro e pronta ad essere rimpatriata. L’azzurra del volley è risultata positiva ad un controllo per un Metabolita del Clostebol.

La giocatrice azzurra è stata riscontrata positiva alla sostanza Clostebol Metabolita a seguito di un controllo fuori competizione disposto da NADO ITALIA, a Roma, il 19 luglio 2016. La Prima Sezione del Tribunale nazionale antidoping comunica che ha provveduto a sospendere l’atleta in via cautelare, in accoglimento dell’istanza proposta dall’Ufficio Procura Antidoping. In coppia con Marta Menegatti, Viktoria Orsi Toth avrebbe dovuto debuttare nel torneo olimpico di beach volley il prossimo 7 agosto.

La notizia della positività di Toth è stata smentita dal Coni, che ha dichiarato che nessuna delle pallavoliste azzurre è risultata positiva al doping. Un giallo che arriva dal villaggio olimpico di Rio 2016, dove le squadre sono arrivate per l’apertura dei giochi che inizieranno il prossimo 5 agosto.

Prima di Viktoria Orsi Toth  già altri due azzurri con in tasca il pass per i Giochi di Rio sono stati fermati per doping: si tratta di Niccolò Mornati, canottiere risultato positivo all’anastrozolo, e della velista Roberta Caputo, specialista della classe 470, anche lei risultata positiva al Clostebol.