Blitz quotidiano
powered by aruba

Rojadirecta, sito streaming bloccato. Ma su Web…

ROMA – Rojadirecta, il più famoso sito internet per la trasmissione illegale di partite in streaming, è stato bloccato in Italia su disposizione dei giudici di Milano. Il sito infatti, con sede in Spagna, dopo molti anni di battaglie giudiziarie (Roja Directa era già stato sequestrato nel 2013) è stato bloccato in Italia. 

La sezione specializzata Impresa del Tribunale di Milano “ha ordinato a un importante fornitore italiano di connessione internet di inibire a tutti i propri clienti l’accesso al dominio it.rojadirecta.eu, uno dei principali siti che viola sistematicamente il copyright delle gare di Serie A e Champions League”.

Lo scrive Mediaset in un comunicato stampa. “Contestualmente – prosegue la nota di Mediaset – la magistratura milanese ha anche vincolato l’azienda di tlc all’immediata rimozione di tutti i siti con nome “rojadirecta”, indipendentemente dal Paese in cui sono registrati. Il giudice ha inoltre fissato una penale di 30mila euro per ogni giorno di ritardo nell’attuazione del provvedimento”. Secondo Mediaset, che segnala di aver già ottenuto dal Tribunale di Roma uno stop diretto al gestore del portale Rojadirecta e due ordini di sequestro del medesimo sito da parte della Procura della Repubblica di Milano, “la decisione del Tribunale di Milano riveste una particolare rilevanza giurisprudenziale in tema di lotta alla pirateria“.

RojaDirecta, infatti, metteva a disposizione degli utenti un’ampia e vasta galleria contenente una molteplicità di link relativi alla diretta streaming di gran parte del palinsesto sportivo italiano ed internazionale. Ora trovare un’alternativa di così elevato spessore non sarà certo facile. Ed ecco che nel web impazza la mania. Sono, infatti, molteplici le domande ed i post su siti simili in grado di sopperire all’oscuramento del sito.