Blitz quotidiano
powered by aruba

Edin Dzeko, ladri in casa mentre fa doppietta al Sassuolo: rubati soldi e borse

ROMA – Mentre lui stava segnando una doppietta in trasferta, i ladri gli stavano svaligiando casa. Brutta avventura per l’attaccante della Roma Edin Dzeko. I ladri hanno fatto irruzione nella sua villa di Casal Palocco nella notte tra mercoledì e giovedì. Il giocatore giallorosso non ha avuto neanche il tempo di esultare per la doppietta segnata ai danni del Sassuolo che il dopo-trasferta in Emilia Romagna si è trasformato nel giro di poche ore in un incubo. “Ho visto delle ombre, sembravano degli uomini incappucciati”, ha raccontato la compagna del bosniaco ai carabinieri di Ostia che ora nel massimo riserbo conducono le indagini.

Secondo una prima ricostruzione fatta dai militari, i malviventi si sono introdotti nell’abitazione dopo aver scavalcato il muro di cinta e attraversato una porta finestra. La donna era sola in casa a quell’ora. Il raid è durato solo pochi minuti. Il tempo di rubare i soldi in contanti e due borse griffate appartenenti alla fidanzata del calciatore. Gli sconosciuti hanno arraffato ciò che hanno trovato nella immediata disponibilità. Stando agli elementi in mano agli inquirenti, sarebbe stata la presenza di lady Dzeko a mettere in fuga i ladri.

Come scrive Mirko Polisano per Il Messaggero:

Al vaglio degli investigatori, però, ci sono alcuni particolari che tingono di giallo i contorni della vicenda. A partire dal mancato funzionamento del sistema d’allarme. La donna infatti avrebbe raccontato ai carabinieri di averlo azionato prima di andare a dormire ma in realtà l’antifurto non è mai scattato. Gli uomini del 112 non escludono che possa esserci stato anche un sabotaggio all’impianto. Circostanza che farebbe ipotizzare che ad agire sia stata una gang specializzata in furti in villa e non principianti improvvisati. Qualcuno spiava le abitudini del calciatore e della sua fidanzata? A questo interrogativo stanno cercando di rispondere adesso i carabinieri.