Roma

Roma agli ottavi di Europa League, sconfitta indolore con Villarreal

Roma agli ottavi di Europa League, sconfitta indolore con Villarreal

ROMA – Una formalità doveva essere e una formalità tutto sommato è stata, anche se la Roma, piena zeppa di riserve, ce l’ha messa tutta per non far sorridere i suoi tifosi che sono riusciti a scaldarsi solo con il ‘Divino’ Falcao.

Totti e compagni perdono di misura con il Villarreal, ma si qualificano agli ottavi di finale di Europa League grazie al bel 4-0 dell’andata al Madrigal in una partita giocata con il freno a mano tirato in vista degli importanti impegni che attendono la squadra di Spalletti (vedi il big-match di San Siro con l’Inter domenica e il prossimo derby di Coppa Italia).

Da parte loro gli spagnoli sembrano crederci almeno all’inizio andando in vantaggio con Borrè che sfrutta uno svarione di Vermaelen. Ne approfitta Allison per mettersi in mostra con parate spettacolari e per prendersi più applausi del n.10 romanista che non brilla come tutto il resto dei giallorossi.

Pronti via ed è subito Villarreal: il Sottomarino giallo si tuffa in avanti alla ricerca del gol che riaccenderebbe le speranze di qualificazione. E l’1-0 per gli spagnoli arriva quasi subito grazie ad un regalo di Vermaelen: l’ex Barcellona nel tentativo di allontanare il cross di Soldado, regala la sfera a Borré.

Il colombiano fa secco Alisson con un destro di collo pieno, portando in vantaggio il Villarreal. Nonostante il gol incassato la Roma non si sveglia ed a guidare il gioco è sempre la squadra allenata di Escriba che va più volte vicina al 2-0 e solo grazie a due miracoli di Alisson si salva.

Il primo tempo si chiude tra i fischi dell’Olimpico per una Roma troppo brutta per essere vera, e forse troppo sicura del risultato dell’andata.

Comincia la ripresa con Rudiger in campo al posto di Manolas e con i giallorossi più vivaci rispetto ai primi 45′ per merito soprattutto delle incursioni in avanti di Perotti e Bruno Peres.

Eppure ad andare più vicino al gol è ancora una volta il Villarreal: terza grande parata della serata per Alisson che nega la doppietta personale a Borré.

Ci prova Totti a scaldare il pubblico: il n.10 servito da Perotti in mezzo all’aria spara alto strappando qualche applauso ad un pubblico infreddolito e che sperava di vedere uno spettacolo ben diverso.

Con il tempo che passa senza gol si spegne anche il Villarreal e cominciano i cambi. Per la Roma entra anche Nainggolan, che come al solito ce la mette tutta per risvegliare la serata giallorossa ma il pari non arriva.

Anzi, nel finale si mette in mostra di nuovo Alisson con l’ennesima bella parata su tiro dalla distanza. Partita da dimenticare anche per Rudiger che già ammonito pensa di prendere a manate in area il difensore avversario Alvaro, secondo giallo per lui e Roma in dieci uomini.

Non succede più niente, la Roma va agli ottavi, mentre i tifosi giallorossi per dimenticare la sconfitta non potranno far altro che pensare ai felici Anni Ottanta di Falcao festeggiato questa sera nella passerella di Europa League all’Olimpico.

To Top