Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma-Viktoria Plzen 4-1. Video gol highlights, foto e pagelle. Dzeko tripletta

ROMA – Una serata di prodezze personali sull’asse Dzeko-Perotti getta per una sera alla spalle le nubi di campionato e lancia la Roma ai sedicesimi di finale di Europa League con un turno d’anticipo. E con la certezza del primo posto del girone, buona per il sorteggio. La squadra di Spalletti dilaga sui ceki del Viktoria Pilsen, 4-1 con tripletta del bosniaco e splendida rabona a rete dell’argentino. Ma il calcio ama essere paradossale, anche questa vittoria dice che i giallorossi sono capaci di tutto e del suo contrario.

Perchè se la qualificazione non e’ mai stata in dubbio, visto anche il contemporaneo risultato di Austria Vienna-Astra, c’e’ stato perfino una fase in cui la Roma ha rischiato di subire il pari. Dopo la domenica da ‘menti deboli’, come indirettamente l’ha definita Spalletti, contro il Pilsen il tecnico giallorosso aveva fatto un turn over solo a metà: il posto di Alisson tra i pali dell’Europa League e’ assicurato, il restante spazio per scontenti è per il desaparecido Iturbe, che deluderà ancora una volta. Davanti Salah gioca con Dzeko e Nainngolan (capitano, visto il turno di riposo a De Rossi): la vittoria-qualificazione e’ troppo importante.

Non basta ai tifosi, l’Olimpico e’ desolatamente vuoto, troppo pochi 13 mila spettatori. Dall’altra parte, Pivarnik risponde con un modulo inizialmente elastico, Petrzela terzino-ala dovrebbe creare oscillazione tra una difesa a 5 e una a 3, ma vista la spinta di Emerson prevale la prima. I guai per la difesa giallorossa allora arriveranno dall’altra fascia, dove Bruno Peres non offende nè difende.

La Roma studia col palleggio dove poter entrare, il Pilsen aspetta per ripartire. Dopo un anticipo di testa di Emerson su Kopic e un destro alto di Nainggolan, arriva il primo colpo di Dzeko, trascinatore della serata: è l’11’, l’1-0 e’ frutto di una sterzata dalla linea di fondo con gran sinistro sul palo opposto in uno spazio ristretto.

La squadra applaude il bosniaco, ma il gol parla chiaro: è una serata da prodezze personali, non di giocate corali. In coro, a dire il vero, la Roma preferisce sbagliare e cosi’ arriva l’1-1 sulla prima azione dei ceki: buco centrale, voragine a sinistra con Bruno Peres perso nel vuoto, Kovarik ha tutto il tempo per mettere sulla testa di Zeman la palla che sorprende i centrali e Alisson: amaro dirlo per la Roma, ma è proprio un gol zemaniano, per chi attacca e per chi difende.

L’1-1 carica il Pilsen, i ceki insistono sulla sinistra, la Roma ha di nuovo il torto di non chiudere le occasioni create dagli spazi aperti. Al 32′ Salah lanciato da Dzeko si vede fischiare un fuorigioco che non c’e’, ma quando allo scadere l’egiziano si trova a porta spalancata soffre la pressione del rientrante Hejda e di sinistro spreca, scheggiando il palo. In mezzo, un colpo di testa di Dzeko così debole da far pensare che il bosniaco si sentisse in fuorigioco (37′) e soprattutto un destro al volo del centravanti su sponda di Nainggolan (40′), sparato alto.

L’avvio di ripresa dice che la Roma vuole la vittoria, la ferma la traversa presa da Paredes su punizione al 4′ e un minuto dopo ancora l’imprecisione di Salah che a dire il vero sullo spiovente a campanile di Nainggolan e’ troppo vicino al portiere per trovare l’angolo giusto. Strootman ciabatta fuori la punizione battuta da Iturbe (unica nota della serata, prima di esser sostituito da Perotti), e allora al 16′ deve pensarci ancora Dzeko: preciso il pallone di Ruediger, puntuale il bosniaco alla schiacciata di testa in rete.

Ma il Viktoria non molla. Entra Duris e subito mette paura ad Alisson con un destro appena alto. Tiri parte, è la gestione leggera della partita da parte della Roma a lasciar margini all’avversario. Tra 31′ e 32′ prima Salah si divora la palla del tris su assist di Nainggolan in contropiede, poi Rudiger rischia il pasticcio su disimpegno, salvato da Fazio. Al 35′ Zeman mette al centro, Alisson salva sul neoentrato Bakos che atterra Emerson e batte solo davanti alla porta.

E allora, ecco un’altra prodezza-scaccia paura: la rabona di Perotti, entrato da poco, e’ un raffinatezza argentina che strappa applausi ai pochi presenti e riempie gli occhi degli amanti del bel calcio. C’è tempo anche per la tripletta personale di Dzeko, su assist di Perotti. La festa e’ completa. La Roma è la seconda italiana ad andare avanti nelle coppe dopo la Juve, con tutte distinzioni del caso.

Roma-Viktoria Plzen 4-1 (1-1) in una partita del gruppo E di Europa League. Pagelle e tabellino.
La Roma si qualifica ai sedicesimi di finale ROMA (4-2-3-1): Alisson 6.5, Bruno Peres 5, Rudiger 6.5, Fazio 6.5, Emerson 6.5, Strootman 6 (43′ st Gerson sv), Paredes 6.5, Salah 5 (36′ st De Rossi sv), Nainggolan 6, Iturbe 5 (16′ st Perotti 7.5), Dzeko 7.5 (1 Szczesny, 3 Juan Jesus, 15 Vermaelen, 17 Seck). All. Spalletti 6.5.

VIKTORIA PLZEN (5-3-2): Kozacik 5, Petrzela 5, Mateju 5.5, Hejda 5.5, Limbersky 5.5, Kovarik 6.5, Hromada 6, Hrosovsky 6, Kopic 5.5 (17′ Duris 6), Zeman 6.5, Krmencik 5 (29′ st Bakos sv)(13 Bolek, 7 Horava, 18 Poznar, 22 Baranek, 24 Suchan). All. Pivarnik 5.5

Arbitro: Stieler (Ger) 6 Reti: nel pt 11′ Dzeko, 18′ Zeman; nel st 16′ e 43′ Dzeko, 35′ Perotti Angoli: 4-4 Recupero: 1′ e 2′ Ammoniti: Mateju per gioco falloso, Nainggolan e Petrzela per comportamento non regolamentare. Spettatori: 13.000

** I GOL ** – 11′ pt: Dzeko in percussione dal limite arriva fino al fondo linea a destra, quando sembra chiuso controsterza verso l’interno e vede lo spazio giusto per un sinistro raffinato sull’incrocio opposto, per l’1-0. – 18′ pt: palla rubata a centrocampo, la Roma a sinistra ha una voragine e il Viktoria se n’accorge: Kovarik e’ servito e ha tutto il tempo per il cross dell’accorrente Zeman che i centrali giallorossi lasciano colpire di testa indisturbato per il pari.

– 16′ st: Rudiger dalla trequarti destra crossa preciso sulla testa di Dzeko, che dal lato opposto del campo ha tutto il tempo di mirare il 2-1. – 35′ st: gran colpo di Perotti, defilato in area a sinistra finta e controfinta e poi si inventa una rabona che lascia di sasso Kozacik sul suo palo. – 43′ st: Perotti da fondo linea mette al centro, Dzeko in corsa batte al volo rasoterra per la tripletta personale.

Roma-Viktoria 4-1 video gol highlights e foto.

Immagine 1 di 6
  • Roma - Viktoria Plzen 4-1 di Europa League nelle foto AnsaRoma - Viktoria Plzen 4-1 di Europa League nelle foto Ansa
  • Roma - Viktoria Plzen 4-1 di Europa League nelle foto Ansa
  • Roma - Viktoria Plzen 4-1 di Europa League nelle foto Ansa
  • Roma - Viktoria Plzen 4-1 di Europa League nelle foto Ansa
  • Roma - Viktoria Plzen 4-1 di Europa League nelle foto Ansa
  • Roma - Viktoria Plzen 4-1 di Europa League nelle foto Ansa
Immagine 1 di 6


Immagine 1 di 6
  • Viktoria Plzen vs AS Roma
Immagine 1 di 6