Roma

Stadio Roma, Vittorio Sgarbi: “Chiamo l’ Isis per mettere le bombe”

Stadio Roma, Vittorio Sgarbi: "Chiamo l' Isis per mettere le bombe"

 

ROMA – Vittorio Sgarbi torna sulla polemica riguardante il nuovo stadio della Roma dopo le pesanti parole dedicate al nuovo impianto e su Francesco Totti. Questa volta però va oltre invocando l’intervento dell’Isis se lo stadio fosse costruito.

“La mia sfida va avanti, altrimenti chiamo l’Isis e gli faccio mettere le bombe sotto i grattacieli, così abbiamo risolto. Già hanno fatto saltare le Torri Gemelle, sarà il destino di queste due, sono un’esca per terroristi. Operazione barbarica, sacco di Roma, in attesa che qualcuno ci metta delle bombe per farle saltare. E’ folle pensare che una città come Roma non sia capace di fare le Olimpiadi ma faccia uno stadio solo per gli interessi speculativi di un americano”.

Poi un affronto ai tifosi della Roma che lo hanno criticato: “Si sono arrabbiati? Non me ne importa nulla, non mi interessa di compiacere i romanisti, a me interessa salvare Roma”.

Infine torna su Totti: “Se vuole lo stadio non è uno sportivo è un amico dei delinquenti. Quelli sono speculatori, delinquenti, americani. Evidentemente lui avendo il presidente della squadra che è interessato alla speculazione lo difende”.

 

To Top