Blitz quotidiano
powered by aruba

Ronaldo difende Totti: “Ho vissuto la sua stessa situazione”

ROMA – Ronaldo difende Totti: “Ho vissuto la sua stessa situazione”.
“Ho vissuto anch’io la situazione di Totti”. Così Ronaldo dopo lo sfogo di ieri sera in tv del capitano romanista.

Intervistato da Fabio Fazio per ‘Che tempo che fa’, in onda stasera, il Fenomeno sottolinea che “solo Totti può decidere cosa fare”.

E poi aggiunge che “è stato bellissimo incontrare massimo Moratti. Mi ha fatto piacere rivederlo visto che non c’eravamo lasciati nel migliore dei modi. Nel 2002 fui io a chiedere al Presidente di scegliere tra me e Cuper (allora tecnico dell’Inter, ndr) e lui scelse Cuper” Considerato tra i migliori giocatori della storia del calcio, due volte Pallone d’Oro, tre volte FIFA World Player, due volte Campione del Mondo con la Nazionale del Brasile, vincitore di numerosi trofei con le squadre di club in cui ha militato, tra cui Inter e Real Madrid, Ronaldo è stato definito anche dai colleghi, come Lionel Messi e Zlatan Ibrahimovic, “il migliore di tutti”.

Ma lui minimizza: “la mia ambizione non è mai stata quella di essere il migliore, ho solo cercato di migliorare ogni giorno, fin da piccolo. Il talento non è innato ma serve un grande lavoro”. Ronaldo ripercorre la sua carriera, finita nel 2011, a soli 34 anni, dopo tanti infortuni: “avevo male dappertutto, tranne alle ginocchia, perché lì sotto ormai non poteva più succedere niente”.

Oggi Ronaldo gioca più spesso a tennis che a calcio, “ma ogni tanto vado su internet a rivedere le mie giocate del passato”. Evita, invece, di andare in spiaggia in Brasile perché, spiega scherzando, “appena metto il costume mi fotografano con la pancia”.

Immagine 1 di 4
  • Ronaldo nella foto AnsaRonaldo nella foto Ansa
  • Il "Fenomeno" nella foto Ansa
  • Il "Fenomeno" nella foto Ansa
  • Ronaldo nella foto Ansa
Immagine 1 di 4

 


TAG: ,