Blitz quotidiano
powered by aruba

Ronda Rousey in lacrime: “Dopo la sconfitta con la Holm…”

E ora, intervistata da una Tv americana, confessa in lacrime: "Ero in infermeria, seduta in un angolo e pensavo: che cosa sono ora se non questo? Ero letteralmente seduta lì a pensare al suicidio..."

NEW YORK – Tre mesi dopo il k.o. di Melbourne contro Holly Holm, Ronda Rousey racconta la sua terribile esperienza all’Ellen De Generes Show. Lo scorso novembre l’allora campionessa dei pesi gallo dell’Ultimate Fighting Championship è stata letteralmente massacrata dalla connazionale Holly Holm, riportando una serie di traumi alla bocca e ai denti dai quali ancora si sta riprendendo.

E ora, intervistata da una Tv americana, confessa in lacrime: “Ero in infermeria, seduta in un angolo e pensavo: che cosa sono ora se non questo? Ero letteralmente seduta lì a pensare al suicidio…”. “E in quel momento – continua a raccontare Ronda commossa – mi sono detta: Non valgo niente, c’è più niente che possa fare? A nessuno fregherà più un cazzo di me”. Guarda il video dell’intervista pubblicato dalla Gazzetta dello Sport.

Soprannominata Rowdy, Ronda Rousey combatte nella divisione dei pesi gallo femminili per l’organizzazione UFC, nella quale è stata la prima campionessa femminile di categoria dal 2012 al 2015. Ronda vanta una carriera da campionessa pluridecorata nel judo, grazie alla medaglia di bronzo conquistata alle Olimpiadi di Pechino del 2008 ed ai numerosi successi conseguiti a livello nazionale e continentale tra il 2001 e il 2008. Lo scorso 14 novembre Ronda è stata battuta (per k.o.) da Holly Holm perdendo così  il titolo dei pesi gallo.

(foto Facebook)

Immagine 1 di 12
  • Ronda-Rousey-Facebook (13)
Immagine 1 di 12

 

 


PER SAPERNE DI PIU'