Sport

Rugby, cercano di fotografare l’arbitro Maria Clotilde Benvenuti sotto la doccia: squalificati

Rugby, cercano di fotografare l'arbitro Maria Clotilde Benvenuti sotto la doccia: squalificati per 15 mesi

Rugby, cercano di fotografare l’arbitro Maria Clotilde Benvenuti sotto la doccia: squalificati per 15 mesi

ROMA – Tre adolescenti, che giocano nella categoria Under 16 Elite di rugby, sono stati squalificati per un anno e tre mesi perché hanno tentato di fotografare l’arbitro Maria Clotilde Benvenuti, 18 anni, mentre si faceva la doccia.

L’episodio è accaduto domenica al termine dell’incontro fra Roma Rugby Legio Invicta XV e L’Aquila. A usare il pugno duro contro i tre giovanissimi atleti è stato il giudice del comitato regionale del Lazio della Federugby, dopo che i tre, sorpresi proprio dall’arbitro, hanno confessato quanto commesso.

Il tentativo di scattare con il telefonino foto della ragazza n**a attraverso un finestrotto degli spogliatoi peraltro è andato a vuoto: di fatto i tre ragazzi hanno ripreso un locale deserto, ma adesso per il resto della stagione e parte di quella prossima non potranno scendere in campo.

Il giudice, letto il referto dell’arbitro, ha considerato un’aggressione l’azione dei ragazzi. Del resto non è stato semplice stabilire quale norma e quale pena applicare: nonostante siano sempre di più anche in Italia le ragazze che arbitrano il rugby a ogni livello, non ci sono precedenti di questo tipo pure in Inghilterra, Australia e Francia (i paesi con il maggior numero di arbitro donna).

Quando l’arbitro ha dato l’allarme, sono intervenuti i dirigenti della Roma Rugby Legio Invicta XV, che unisce atleti dell’Asd Nuova Rugby Roma e della Fiamme oro, che non si sono risparmiati nel cercare di fare chiarezza per capire l’accaduto.

To Top