Sassuolo

Sassuolo nel mirino della Uefa per “Fair Play Finanziario”

Sassuolo nel mirino della Uefa per "Fair Play Finanziario"

Sassuolo nel mirino della Uefa per “Fair Play Finanziario” (foto Ansa)

REGGIO EMILIA – Sassuolo nel mirino della Uefa per “Fair Play Finanziario”. Secondo quanto riportato da Calcio&Finanza c’è però da dire come ad influenzare la campagna acquisti e le scelte della società neroverde in vista della prossima ed incredibile annata europea possa essere il fair-play finanziario.

Come scrive Goal.com, il regolamento stabilisce infatti che se una sponsorizzazione supera il 30% della cifra complessiva dei ricavi della società (22 milioni su 62, ossia il 35% dall’ultimo bilancio), l’UEFA può decidere di ‘adeguare’ il ricavo ad un valore che ritiene maggiormente adeguato, ossia diminuire l’entità della sponsorizzazione.

2x1000 PD

Per poter capire se questo accadrà o meno bisognerà aspettare il bilancio al 31 dicembre 2015. Non è comunque detto che l’UEFA decida di intraprendere la strada verso questa decisione ed applicare una sanzione.

Sanzione che, in ogni caso, andrebbe ad essere irrogata per la stagione 2017-2018 e non per quella corrente, restando così salva la possibilità per Di Francesco ed i suoi ragazzi di poter accedere alla fase a gironi dell’Europa League tramite i preliminari.

“Più che emulare il Villareal, per il lungo termine per il Sassuolo ho obiettivi più ambiziosi”. Lo ha affermato questo pomeriggio a San Vito al Tagliamento (Pordenone) il presidente dei neroverdi, Giorgio Squinzi, a margine di un evento cui partecipava come presidente uscente di Confindustria. Ai cronisti che gli chiedevano se il modello da imitare fosse quello della squadra valenciana – guidata da un imprenditore che opera nel settore dell’edilizia con cui Squinzi ha una lunga amicizia – che si è appena qualificata ai preliminari di Champion League, il patron del Sassuolo ha precisato, sorridendo, che “non bisogna mai smettere di sognare in grande”.

To Top