Blitz quotidiano
powered by aruba

Per la sciatrice Usa Julia Mancuso Cortina è da dimenticare

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

CORTINA D’AMPEZZO (BELLUNO) – Appena 21 secondi di distacco ma il secondo posto alla statunitense Lidsey Vonn, alle spalle dell’azzurra Daniela Merighetti, proprio non deve averlo digerito. Convinta forse di tornare alla vittoria dopo il poker di successi a dicembre in Nord America e il doppio passo falso di Bad Kleinkirchheim, la sciatrice si e’ allontanata subito dopo la premiazione per correre ad allenarsi per il superG di domani e presentandosi dopo all’antidoping.

Non e’ andata meglio neanche all’altra stella made in Usa, Julia Mancuso, giunta nona. Per lei forse la scusante delle notti trascorse in un albergo a quattro stelle che però, sul suo sito facebook, aveva definito non all’altezza dicendosi pronta ad andare a dormire nel suo Volkwagen California: “Ma quale quattro stelle, al massimo ne merita 2″. Una lamentela alla quale ha risposto il presidente degli albergatori cortinesi, Gherando Manaigo: ”Ci dispiace molto per la Mancuso e per la squadra americana – ha detto al Corriere del veneto – verificheremo la segnalazione. L’albergo effettivamente non è nuovissimo e non è stato ristrutturato di recente”.

La struttura in questione era stata realizzata nel 1956, in occasione delle Olimpiadi invernali.