Blitz quotidiano
powered by aruba

Serie A, Fiorentina-Lazio: streaming-diretta dove vedere

Serie A, Fiorentina-Lazio: streaming-diretta dove vedere. Diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium alle ore 18 e diretta streaming su Premium Play e Sky Go.

FIRENZE – Serie A, Fiorentina-Lazio: streaming-diretta dove vedere. Diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium alle ore 18 e diretta streaming su Premium Play e Sky Go.

Formazioni ufficiali di Fiorentina-Lazio. Fiorentina: Tatarusanu; Roncaglia, GONZALO Rodriguez, Astori; Blaszczykowski, Vecino, Badelj, Marcos Alonso; Mati Fernandez, Borja Valero; Kalinic.

Lazio: Berisha; Konko, Mauricio, Hoedt, Stefan Radu; Sergej Milinkovic-Savic, Biglia, Parolo; Candreva, Djordjevic, balde Keita.

Indisponibili: de Vrij, Lulic, Kishna, Marchetti, Gentiletti, Basta. Squalificati: nessuno. Diffidati: Lulic, Milinkovic-Savic. Arbitro: Rizzoli di Bologna Quote Snai: 1,80; 3,40; 4,60.

Una Lazio ammalata di ‘continuità’. Quella che è mancata finora nel computo delle vittorie e che vede i biancocelesti in ritardo di 7 punti rispetto alla scorsa stagione.

Il pareggio di mercoledì con il Carpi ha guastato l’inizio di 2016, compromettendo di fatto i due successi con Udinese (Coppa Italia) e Inter che l’avevano preceduto. “Stavolta ho fatto fatica ad accettare il risultato”, ammette Stefano Pioli alla vigilia del delicato match di domani in casa della Fiorentina.

Il tecnico biancoceleste vuole maggiore applicazione dai suoi e usa la metafora dei bambini a scuola: “In questo momento mi sento come quei genitori che hanno i ragazzi che vanno a scuola – confessa il tecnico -, ci sono bambini che non hanno capacità, altri sono intelligenti ma i professori dicono che possono dare di più. La stagione non è finita, abbiamo la capacità di scalare posizioni e giocare in Europa anche l’anno prossimo». Pioli ne è certo: “Non è una questione di svogliatezza, se corri e vinci più contrasti non puoi essere svogliato. Dobbiamo essere meno prevedibili. La nostra malattia è l’assenza di continuità”.

Per questo, nel girone di ritorno “mi aspetto molto di più”. Ma l’importante ora è chiudere in positivo quello d’andata. Con i viola «voglio vedere una squadra diversa per cercare di vincere. Dovremo essere compatti, l’avversario è forte», sintetizza Pioli. Che in extremis recupera Mauricio e per questo l’esordio di Milan Bisevac potrebbe essere rimandato: «Abbiamo preso un giocatore esperto, di personalità, ho capito che è pronto», dice di lui il tecnico.

Pronto, ma non abbastanza da confrontarsi subito con Kalinic e compagni. «Sono uno che non molla mai, sto bene fisicamente – assicura il serbo – anche se ho perso un po’ di energie mentali per il trasferimento. Non vedevo l’ora che si concretizzasse il trasferimento di concentrarmi nuovamente sul campo». Per il resto, tornano a disposizione Milinkovic-Savic e Biglia, spazio al 4-3-3 con piccola rivoluzione in attacco: con Candreva, dentro Keita e Djordjevic. Solo panchina per Felipe Anderson e Matri.

Immagine 1 di 8
  • Foto LaPresseFoto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
Immagine 1 di 8
Immagine 1 di 6
  • Foto Marco Rosi/LaPresseFoto Marco Rosi/LaPresse
  • Foto Marco Rosi/LaPresse
  • Foto Marco Rosi/LaPresse
  • Foto Marco Rosi/LaPresse
  • Foto Marco Rosi/LaPresse
  • Foto Marco Rosi/LaPresse
Immagine 1 di 6