Sport

Serie A, Lazio batte Inter. Juventus a meno tre dalla vetta

serie a risultati diretta juventus roma napoli milan inter lazio

Allegri nella foto LaPresse

ROMA – Campionato italiano di calcio di Serie A, 17esima giornata ed ultima del 2015.

  Il settimo sigillo dell’arrembante Juve mette pressione alla fuggitiva Inter, che nel posticipo perde a sorpresa contro la Lazio (doppietta di Candreva).

Così si accorciano le distanze dalla vetta perchè questa giornata ha visto il successo delle altre grandi: il Napoli in dieci stravince a Bergamo, la Fiorentina regola il Chievo con un primo tempo tambureggiante, la Roma prende un brodino corroborante regolando con sofferenza il Genoa.

Così ora l’Inter chiude l’anno in testa ma con un solo punto di vantaggio su Napoli e Fiorentina, mentre la Juve si è rifatta sotto e ora è solo a -3 e la Roma dista 4 punti dalla vetta.

E’ un turno favorevole agli attaccanti: le doppiette di Mandzukic e Higuain lanciano bianconeri e partenopei, l’11/o sigillo di Kalinic tiene in alto i viola, mentre il 18/enne nigeriano Sadiq si sostituisce all’irascibile Dzeko per far rifiatare i giallorossi.

Fa la sua parte anche Bacca, che al Matusa segna il gol con cui il Milan, trascinato da Bonaventura, sorpassa il Frosinone (alla fine sarà 2-4). Alle spalle dell’Inter, Napoli e Fiorentina precedono di due punti la Juve e di tre la Roma.

A gennaio la volata scudetto tornera’ a regalare emozioni. Con un po’ di fiatone, ma meritatamente la Juve coglie la settima perla di fila vincendo 3-2 in casa del Carpi e in rimonta. Borriello rifila la sua zampata a Chiellini e Buffon, ma poi sale in cattedra Mandzukic che confeziona la prima doppietta bianconera.

Pogba sembra chiudere i conti ma in recupero una goffa autorete di Bonucci e un errore clamoroso di Lollo provocano una plateale scenata di Allegri. Ma la Juve continua a volare e non ha nessuna intenzione di tornare a terra prima di avere arpionato l’Inter.

Tiene il ritmo Champions la positiva Fiorentina che con l’11/o centro di Kalinic sfonda la resistenza del Chievo, che poi affonda con una prodezza di Ilicic dando sostanza al bel campionato viola e al positivo impatto in Italia di Paulo Sousa. Anche il Napoli deve faticare un po’ per prendere le misure dell’orgogliosa Atalanta: un ingenuo mani di De Roon procura un rigore che Hamsik trasforma col brivido (ci vuole la tecnologia per provare che il pallone entra dopo avere colpito la traversa prima di riuscire).

Ma subito Gomez trova il pari. Ci pensa poi il solito Higuain a inventare la doppietta che vale tre punti con un colpo di testa in mischia e poi in contropiede (alla media stratosferica di 16 gol in 17 partite) vanificando l’insidia di giocare in dieci per l’espulsione di Jorginho. Alla fine Hamsik manda alle stelle un altro rigore. La Roma entra in campo contratta e preoccupata e il nervosismo si materializza con la confusione di gioco che nessuno riesce a evitare: pochi pericoli e molte ammonizioni pesanti (Pjanic e Nainggolan salteranno il prossimo turno) nel deserto dell’Olimpico.

Poi grazie a un errore di Rincon Florenzi trova il prezioso vantaggio che da’ fiducia ai giallorossi che nella ripresa sfiorano il raddoppio, poi Dzeko mette in grave ambasce la sua squadra facendosi espellere per una sterile protesta con insulti all’arbitro. Ma ci pensa poi il nuovo entrato Sadiq a regolare ossigeno a Garcia.

Il Verona continua ad annaspare senza conquistare la prima vittoria. Il Sassuolo va il vantaggio con Floccari ma Toni rimette in gioco i suoi che pero’ non riescono a trovare lo spunto vincente.

E la serie B continua a incombere minacciosa. Respira invece la Sampdoria che contro il Palermo trova la prima vittoria dell’era Montella.

Torna quindi a essere in pericolo la panchina rosanero di Ballardini, mentre il Torino, ancora sotto choc per il Ko di Coppa nel derby con la Juve, perde in casa con l’Udinese e subisce la contestazione dei tifosi.

Risultati e marcatori di giornata.

INTER-LAZIO 1-2, gol: Candreva 4′ e 86′, Mauro Icardi 61′.
Inter
(4-2-3-1): Handanovič; Montoya, Miranda, Murillo, Telles; Melo, Medel; Jovetić, Perišić, Biabiany; Icardi. All. Mancini.
Lazio (4-3-3): Berisha; Konko, Mauricio, Hoedt, Radu; Milinkovic-Savic, Biglia, Parolo; Candreva, Matri, Felipe Anderson. All.Pioli.

CARPI-JUVENTUS 2-3, gol: Marco Borriello 14′, Mario Mandzukic 18′ e 41′, Paul Pogba 49′ e Leonardo Bonucci autorete 92′.
CARPI: Belec, Letizia, Cofie, Zaccardo, Gagliolo, Gabriel Silva, Marrone, Lollo, Romagnoli, Di Gaudio, Borriello. All: Castori.
JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Cuadrado, Khedira, Marchisio, Pogba, Evra, Mandzukic, Dybala. All: Allegri.

ATALANTA-NAPOLI 1-3, gol: Hamsik rigore 51′, Gomez 56′, Gonzalo Higuain 62′ e 85′ .
Atalanta: Bassi, Bellini, Stendardo, Paletta, Brivio, Grassi, De Roon, Cigarini, Moralez, Denis, Gomez.
Napoli: Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamsik, Callejon, Higuain, Insigne.

FIORENTINA-CHIEVO VERONA 2-0, gol: Kalinic 20′, Ilicic 32′.
FIORENTINA – Tatarusanu, Roncaglia, Gonzalo, Astori, Bernardeschi, Badelj, Vecino, Alonso, Borja Valero, Ilicic, Kalinic All. Sousa
CHIEVO – Bizzarri; Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Meggiorini, Paloschi All. Maran.

ROMA-GENOA 2-0, gol: Florenzi 39′, Umar Sadiq 90′.
Roma: Szczesny, Florenzi, Manolas, Rudiger, Digne, Nainggolan, De Rossi, Pjanic, Salah, Dzeko, Gervinho.
Genoa: Perin, Ansaldi, De Maio, Izzo, Gakpé, Capel, Ntcham, Munoz, Tachtsidis, Rincon, Laxalt.

HELLAS VERONA-SASSUOLO 1-1, gol: Floccari 34′, Toni 40′.
Hellas Verona: Gollini; Sala, Moras, Bianchetti, Souprayen; Viviani, Hallfredsson; Wszolek, Ionita, Siligardi; Toni.
Sassuolo: Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Pellegrini, Missiroli, Laribi; Politano, Floccari, Sansone.

FROSINONE-MILAN 2-4, gol: Ciofani 19′, Abate 50′, Bacca 55′, Alex 75′, Dionisi 82′ e Bonaventura 92′.
FROSINONE: Leali, Blanchard, Diakite, Gori, Ciofani, Soddimo, Dionisi, Tonev, Pavlovic, Sammarco, Ciofani.
MILAN: Donnarumma, Alex, Romagnoli, Abate, De Sciglio, Montolivo, Honda, Bonaventura, Bertolacci, Bacca, Niang.

SAMPDORIA-PALERMO 2-0, gol: Soriano 55′, Ivan 76′.
SAMPDORIA: 2 Viviano; 5 Cassani, 4 Moisander, 19 Regini, 29 De Silvestri; 95 Ivan, 7 Fernando, 8 Barreto; 77 Carbonero, 21 Soriano (cap.); 99 Cassano.
PALERMO: 70 Sorrentino (cap.); 23 Struna, 6 Goldaniga, 12 Gonzalez, 7 Lazaar; 10 Hiljemark, 28 Jajalo, 18 Chochev; 20 Vazquez; 8 Trajkovski, 11 Gilardino.

TORINO-UDINESE 0-1, gol: Perica 41′.
TORINO: Padelli, Bovo, Jansonn, Moretti, Zappacosta, Benassi, Vives, Baselli, Molinaro, Quagliarella, Belotti.
UDINESE: Karnezis; Wague, Danilo, Felipe; Widmer, Badu, Lodi, Fernandes, Edenilson; Di Natale, Perica.

To Top