Blitz quotidiano
powered by aruba

Serie B, classifica: Cagliari +3 su Crotone e +10 su Pescara

ROMA – Serie B. Partite della 26/a giornata del campionato di calcio di Serie B: Pescara-Vicenza 1-1 (giocata ieri) Avellino-Bari 1-1 Cesena-Perugia 2-1 Como-Novara 1-1 Crotone-Pro Vercelli 1-1 Lanciano-Modena 2-1 Latina-Cagliari 1-3 Ternana-Salernitana 4-0 Virtus Entella-Trapani 4-0 Spezia-Livorno (domani alle 17,30) Brescia-Ascoli (lunedì alle 20,30)..

Classifica del campionato di calcio di Serie B dopo le partite della 26/a giornata.
P G V N P GF GS
Cagliari 58 26 18 4 4 50 23
Crotone 55 26 16 7 3 43 22
Pescara 48 26 14 6 6 41 28
Cesena 42 26 12 6 8 36 22
Novara (-2) 42 26 13 5 8 35 21
Bari 40 26 11 7 8 31 30
Brescia 38 25 10 8 7 35 35
Entella 37 26 10 7 9 28 24
Avellino 36 26 10 6 10 39 38
Spezia 34 25 8 10 7 25 32
Perugia 34 26 9 7 10 24 23
Trapani 33 26 8 9 10 30 35
Ternana 33 26 10 3 13 30 32
Latina 32 26 8 8 10 30 32
Livorno 30 25 8 6 11 31 33
Vicenza 29 26 6 11 9 28 33
Pro Vercelli 28 26 8 4 14 19 27
Ascoli 27 25 8 3 14 20 36
Lanciano (-1) 27 26 7 7 12 25 35
Modena 26 26 7 5 14 22 30
Salernitana 24 26 5 9 12 26 39
Como 21 26 3 12 11 23 41
– Lanciano un punto di penalizzazione.
– Novara 2 punti di penalizzazione.

Finisce in parità il match tra Avellino e Bari, illuminato dalle prodezze di Maniero (20′ pt) per i pugliesi e di Insigne (23′ st) per i padroni di casa. Gara delicata per entrambe le squadre, reduci da due sconfitte consecutive, che hanno rallentato la loro marcia di avvicinamento e assestamento nella zona play off, giocata però a viso aperto per lunghi tratti. Passa il Bari che con Maniero su cross di Rosina batte Frattali con una acrobatica rovesciata. L’Avellino superato il momento di sbandamento, si rende pericoloso e potrebbe pervenire al pareggio al 36′ quando usufruisce di un calcio di rigore per atterramento in area da parte di Cissokho, che verrà espulso. Ma dal dischetto, Castaldo viene ipnotizzato dall’esordiente Micai che para. Anche grazie alla superiorità numerica, gli irpini intensificano la manovra, riportando in equilibrio il risultato con Insigne che raccoglie l’assist di Castaldo e realizza con una mezza girata al volo. Con il trascorrere dei minuti, l’atteggiamento delle contendenti si fa più guardingo anche se vanno segnalate le conclusioni pericolose di Gavazzi per i biancoverdi, e, sull’altro fronte, di Rosina.

Va alla Virtus Lanciano la sfida salvezza del Guido Biondi con il Modena, al termine di novanta minuti equilibrati. Le reti sono state realizzate al 9′ del primo tempo con Vastola che con una sfortunata autorete ha regalato il vantaggio agli emiliani, poi raggiunti in avvio di ripresa al 3′ con il pari siglato da Di Francesco e sorpassati nel finale al 42′ con una rete di Bonazzoli. Grazie ai tre punti conquistati oggi, i rossoneri (al secondo successo di fila) scavalcano in classifica i canarini, raggiungendo quota 27 punti.

Sfuma ancora la vittoria per il Como, che per la decima volta in questo campionato non è riuscito a difendere il vantaggio e si è fatto raggiungere, stavolta dal Novara (1-1). Primo tempo equilibrato, con l’unica palla gol sul piede di Ganz, che si è fatto ribattere la conclusione da distanza ravvicinata dal portiere Da Costa. Nella ripresa è il Novara a sprecare al 63′ con Nadarevic solo davanti al portiere. Como in vantaggio al 76′ con un colpo di testa del solito Ganz su ottimo cross di Brillante. Il vantaggio dura soltanto cinque minuti: al 36′ è Galabinov a pareggiare in azione di contropiede su lancio partito direttamente dalla difesa. Il Como si getta in avanti e avrebbe l’occasione di vincere la partita, ma la rovesciata a colpo sicuro di Gerardi è respinta miracolosamente da Da Costa nell’ultima azione della partita al 93′.

La Ternana supera nettamente la Salernitana vincendo per 4-0 al Liberati. Di Furlan, Ceravolo, Meccariello e Falletti le reti. Ternana subito scatenata e la prima rete arriva all’8′, grazie ad un potente diagonale di Furlan. La Salernitana reagisce bene e cerca il pari con Oikonomidis al 18′, ma rossoverdi al raddoppio al 29′ con Ceravolo che appoggia la palla in rete in diagonale. Il 3-0 al 38′ con Meccariello su azione d’angolo. Al 5′ della ripresa Gabionetta appena entrato viene espulso per un brutto intervento su Falletti. Al 45′ arriva anche il quarto gol della Ternana con una prodezza di Falletti al limite dell’area che si insacca alla sinistra per portiere avversario.

Il Crotone si ferma ancora in casa e riesce a pareggiare solo nel finale contro una bella Pro Vercelli. Finisce 1-1, protagonista sempre Budimir, autore prima di un autogol al 9′ del primo tempo, che porta in vantaggio gli ospiti, e poi si riscatta al 35′ della ripresa regalando il pari ai calabresi. La Pro Vercelli avanti si chiude bene e riparte mettendo i difficoltà la retroguardia rossoblu. La reazione è dei padroni di casa è in un colpo di testa di Di Roberto parato a terra da Pigliacelli. Il pressing del Crotone non ottiene effetti, ma solo una serie di falli che al 34′ portano all’espulsione di Bani. Nella ripresa il Crotone spinge sull’acceleratore. Di Roberto colpisce la traversa. Quando il muro ospite sembra reggere Budimir di forza trova il pari.

Il Cesena ha battuto 2-1 il Perugia in una partita che si è decisa nel finale, pochi secondi prima del 90′, quando Renzetti ha messo in messo un pallone che Ciano, di testa, ha trasformato nella rete della vittoria. Il ritorno del tecnico del Perugia Bisoli a Cesena, salutato dallo striscione ‘Bentornato a casa mister’, sembrava dolce sino al 33′ del secondo tempo, con la squadra in vantaggio, grazie alla testa di Ardemagni su cross di Del Prete, e in controllo nonostante fosse rimasto in dieci dal 40′ del primo tempo per l’espulsione di Prcic per somma di ammonizioni. Al 33′ della ripresa, però, il Cesena ha pareggiato quando Renzetti, padrone della fascia, ha messo in mezzo un pallone che Falco ha messo in rete, per il suo primo gol in Romagna. Un gol che ha innescato l’assedio degli ultimi minuti, risolto da Ciano allo scadere.

L’Entella travolge 4-0 il Trapani e conquista, per ora, l’ultimo posto disponibile per i play off. La squadra di Cosmi, che gioca l’ultima mezz’ora in nove uomini a causa di due espulsioni, parte subito in salita per il rosso a Fulignati dopo un fallo sull’attaccante dei liguri Caputo lanciato a rete. Dagli sviluppi della punizione Jadid realizza con un tiro potente sul primo palo che porta in vantaggio i chiavaresi (16′). I liguri cercano il contropiede mentre la squadra di Cosmi risponde con alcune iniziative individuali. Nella ripresa dopo un avvio sprint con Rizzetto, il Trapani si spegne e l’Entella dilaga segnando altri due gol, al 10′ e al 21′, entrambi su rigore: il primo firmato da Troiano, il secondo da Di Carmine. Gli ospiti restano in nove uomini per il rosso a Perticone che aveva fermato con le mani sulla linea di porta un tiro di Costa Ferreira. Ed è proprio quest’ultimo, a cinque dal termine, a segnare il quarto gol per la squadra di casa.

Immagine 1 di 6
  • Serie BSerie B
  • Serie B
  • Serie B
  • Serie B
  • Serie B
  • Serie B
Immagine 1 di 6


TAG: ,