Blitz quotidiano
powered by aruba

Soddimo, strizzata a Kurtic “non violenta”: no squalifica

FROSINONE – Soddimo, strizzata a Kurtic “non violenta”: niente squalifica. Strizzata alle parti intime c’è stata. Ma non violenta. E per questo Danilo Soddimo la fa franca nonostante la prova tv. Il giocatore del Frosinone era finito davanti al giudice sportivo perché durante Frosinone-Atalanta di sabato scorso aveva afferrato e strizzato i genitali di Jasmin Kurtic. L’atalantino era rotolato a terra ed è rimasto, dolorante, per qualche minuto fuori dal campo.

Per il giudice sportivo, però, non ci sono gli estremi per la squalifica. “Le immagini televisive – si legge nel comunicato della giustizia sportiva- documentano che, nella circostanza segnalata, il calciatore frusinate, nel corso di un vivace contrasto di giuoco spalla contro spalla, con l’evidente intento di ostacolare l’avanzare del calciatore bergamasco protendeva verso il basso il braccio destro, avvinghiando l’addome dell’antagonista. La sua mano si posizionava sulla zona pubica del calciatore atalantino, che sia accasciava dolorante al suolo, mentre l’azione proseguiva con il pallone in pos di altro calciatore nero-azzurro, senza alcun intervento da parte dell’arbitro”.

Detto che il direttore di gara Valeri di Roma dichiarava di non aver potuto vedere il fallo, il giudice ritiene “che le immagini televisive disponibili, in mancanza di una essenziale ‘ripresa frontale’, non consentono di esprime un sicuro giudizio, nell’esclusione di ogni ragionevole dubbio, sull’intenzionalità e sull’intensità della compressione esercitata sul ‘basso ventre’ del calciatore atalantino, non potendosi escludere che gli effetti dolorosi siano stati la conseguenza di un gesto compiuto per finalità agonistiche, non connotato da quella intenzionalità lesiva che costituisce l’essenza della ‘condotta violenta’. E in dubio pro reo delibera di non dottare alcun provvedimento”.

Immagine 1 di 2
  • Soddimo, strizzata a Kurtic "non violenta": niente squalifica
Immagine 1 di 2