Blitz quotidiano
powered by aruba

Sparta Praga, “vai a cucinare” alla guardalinee: si alleneranno con le donne

PRAGA – Dicono “vai a cucinare” alla guardalinee (donna): dovranno allenarsi con la squadra femminile. E’ la punizione inflitta a Tomas Koubek e Lukas Vacha dello Sparta Praga. 

Domenica scorsa, dopo il pareggio contro il Brno, i due giocatori si erano rivolti con frasi offensive e sessiste ad una assistente di gara, Lucie Ratajova, rea, secondo loro, di non aver segnalato la posizione di fuorigioco di un calciatore del Brno, Alois Hycka, che ha poi firmato il pareggio.

Il portiere dello Sparta, Koubek, le ha allora gridato di tornarsene in cucina, davanti ai fornelli, posto più adatto, secondo lui, ad una donna. Concetti rafforzati dal centrocampista Vacha, che poco dopo ha anche pubblicato su Twitter una foto della guardalinee insieme alla parola cucina, riferisce Nicola Selliti su Repubblica. 

Alla fine il club ceco ha deciso di prendere provvedimenti, e ha mandato i due giocatori ad allenarsi per qualche seduta con le squadre femminili, affinché si rendano conto “che le donne possono essere bravissime e chiaramente non solo in cucina”.

A nulla sono servite le scuse via Facebook di Koubek, che ha anche postato sulla sua pagina una foto della moglie e della figlioletta. Il portiere dovrà presentarsi davanti alla commissione disciplinare della federazione ceca.

Oltre agli allenamenti con le donne i due rischiano una multa salata o diverse ore di lavoro per la comunità. E, nota Selliti su Repubblica, se il commissario tecnico della Repubblica Ceca, Karel Jarolim, non ha voluto commentare l’offesa dei due, è invece intervenuto il presidente della Federcalcio, Miroslav Pelta: “A titolo e nome di tutta la federazione, non ho alcun dubbio che le donne sono e saranno sempre parte del nostro sport”.


PER SAPERNE DI PIU'